“White Days”, tre giorni a Formazza per gli alunni della primaria di Varzo tra sport invernali e cultura walser

Formazza -

La scuola che coinvolge e che motiva gli alunni è quella che si fonda sui principi di responsabilità, autonomia, condivisione, spirito di gruppo. Lo sanno bene le insegnanti della scuola primaria di Varzo che dopo il successo dello scorso anno, hanno riproposto il progetto “ White days “ in Formazza, da mercoledì 6 a venerdì 8 febbraio. Durante questi giorni le classi prima e quinta hanno abbandonato le loro aule per cimentarsi negli sport invernali: sci alpino, nordic ski, escursioni naturalistiche con le ciaspole e divertimento assicurato con i bob. Non sono mancate le visite didattiche: per i più piccini presso l’ azienda agricola della famiglia Pennati, mentre per i più grandi visita alla collezione di minerali della famiglia Prati, unica al mondo.

Non potendo visitare il Museo Casa Forte, perché nella stagione invernale è inagibile, grazie alla collaborazione e disponibilità della direttrice della scuola sci di Formazza, Franca Piumarta, è stato possibile assistere alla proiezione di un video, presso il cinema e la signora Annina con i suoi racconti ha guidato i ragazzi in un viaggio alla riscoperta del mondo walser. Le conoscenze acquisite dai ragazzi sono state arricchite anche dalla testimonianza del signor Sormani che ci ha ospitati nel suo tipico B&B Zumsteg in stile walser e nel suo accogliente soggiorno completamente in legno : “ la "schtuba" ci ha spiegato che è ritrovo per la colazione al mattino e per piacevoli chiacchierate intorno al calore del tipico "fornetto walser" in pietra, la sera. Alla sera i ragazzi, stanchi ma più che soddisfatti della bella giornata trascorsa tra sport e cultura, rientravano all’ Hotel Rotenthal, dove la famiglia Scilligo li ha fatti sentire coccolati come a casa.

“Un’ esperienza fondamentale - spiegano le insegnanti Balice, Malgarini e Vassena- perché la scuola non si vive solo tra i banchi, ma attraverso esperienze dirette sul territorio e cosa c’è di più coinvolgente di stare insieme tre giorni per rafforzare lo spirito di gruppo, di solidarietà”.

Le insegnanti rivolgono un particolare ringraziamento a tutti i maestri di sci di Formazza che, grazie alle loro competenze e abilità, riescono a fare amare gli sport invernali ai bambini, a tramettere loro le basi e a migliorare le capacità di chi è più esperto. Un ringraziamento lo rivolgono anche ai genitori, all’ Assessore Mauro Tiboni e ai vigili sempre pronti ad accompagnare con i pulmini gli alunni nelle attività sul territorio.

Ricerca in corso...