Macugnaga, annullato il MEHT 2020

macugnaga -

La Sport Pro-Motion Asd organizzatrice dell’Hoka One One Monterosa Est Himalayan Trail, causa emergenza sanitaria Internazionale COVID-19, ha annullato l'evento sportivo che si sarebbe dovuto tenere a Macugnaga il prossimo 25 luglio.
Gli organizzatori comunicano: “Sino ad oggi abbiamo profuso il massimo sforzo per realizzare questo evento che, rispetto alla seconda edizione del 2019, vedeva confermato il suo trend di crescita con più del doppio degli iscritti. Purtroppo la situazione attuale non fornisce garanzie di tutela sanitaria per i partecipanti così come la possibilità di rispettare i nostri standard organizzativi ed in ultimo per poter svolgere un evento sportivo in totale spirito di divertimento e condivisione.
Nel maturare questa decisione abbiamo tenuto in grande considerazione l’alta percentuale di partecipanti stranieri e provenienti da altre regioni italiane che dati alla mano rappresentano la stragrande maggioranza dei partecipanti del MEHT, e delle oggettive difficoltà di spostamento e di logistica.
Data la situazione ancora incerta rispetto allo svolgimento di eventi ad alto assembramento sarebbe stato difficile anche ipotizzare una data alternativa dopo l’estate, quindi le iscrizioni alle varie distanze parte del MEHT verranno automaticamente trasferite all’edizione 2021.
Il 3° Hoka One One Monterosa Est Himalayan Trail si terrà quindi nella seconda metà di luglio 2021, edizione che vedrà tantissime novità su tutte l’ingresso di una Ultra 100K con apertura iscrizioni dai primi di settembre.
Per riavvicinarci al nostro mondo abbiamo pensato di celebrare il MEHT durante il week-end del 25-26 luglio 2020 dove avremo ospite a Macugnaga il nostro testimonial Franco Collé che testerà i nuovi percorsi 2021. Durante quel fine settimana sarà possibile effettuare degli allenamenti individuali e quindi nel rispetto delle normative sanitarie per cui daremo ulteriori informazioni nelle prossime settimane.
Sport Pro-Motion Asd spera che la situazione rientri presto per il bene di tutto il mondo del Trail e per poter tornare a correre sotto la parete più alta d’Europa”.

  

Ricerca in corso...