Macugnaga, ricordata la figura di don Sisto Bighiani

macugnaga -

Il 30 ottobre di quarant’anni fa moriva, in un incidente stradale, don Sisto Bighiani prevosto di Macugnaga.
La figura carismatica di don Sisto è stata solennemente ricordata sabato scorso a Macugnaga dove centinaia di persone hanno risposto all’appello fatto da Tiziano Iacchini, già sindaco del paese, per onorare don Sisto, definito: "Prete, partigiano, muratore, educatore, guida alpina e fondatore della Scuola Alberghiera Baita dei Congressi".
Originario di Ornavasso e consacrato sacerdote il 28 maggio 1944. Nell’ottobre dello stesso anno è mandato in Valsesia con le brigate Garibaldine e il 25 aprile del 1945 sfila nella Milano liberata. Poi è assegnato alla parrocchia di Macugnaga e qui diventa guida alpina, umile muratore ma soprattutto educatore e fondatore della scuola alberghiera “Baita dei Congressi”.
Iacchini sottolinea: "Don Sisto soleva ripetere: “Senza cultura non si va da nessuna parte. Il mio obiettivo è dare cultura ai nostri giovani”. Dalla Scuola Alberghiera fondata a Macugnaga da don Sisto sono nate tre realtà: L’Istituto Alberghiero Mellerio Rosmini a Domodossola. Gli Istituti alberghieri De Filippi di Arona (oggi chiuso) e quello di Varese. Il seme piantato da don Sisto Bighiani ha ben germogliato".
Presenti alla cerimonia molti degli ex allievi della Scuola Alberghiera, l’associazione Cuochi di Novara e Vco, la rappresentanza provinciale dell’ANPI, le associazioni macugnaghesi e numerosa popolazione fra cui alcuni parenti e collaboratori di don Sisto.
Il vicario episcopale don Vincenzo Barone e il prevosto di Macugnaga don Maurizio Midali hanno concelebrato la S. Messa solennizzata dai canti del Coro Monterosa. 

Walter Bettoni
Ricerca in corso...