Pestarena, acqua vietata per alta presenza di arsenico

PESTARENA -

Permane in vigore l’ordinanza n° 2 emessa dal sindaco di Macugnaga Stefano Corsi, che a Pestarena, vieta l’utilizzo dell’acqua per tutti gli usi potabili ed igienici fino a revoca del provvedimento.

L’ordinanza è scattata in seguito alla segnalazione da parte di Acqua Novara Vco SpA che recita: la contingenza atmosferica in corso ha ridotto la potenzialità della sorgente Alpetto, unica fonte di approvvigionamento idrico per la frazione di Pestarena, instaurando un flusso influente costituito da una miscela di acqua e aria di tale entità da vanificare la capacità di trattamento dell’impianto di dearsenificazione. Per tale motivo non risulta possibile garantire un adeguato livello di abbattimento dell’arsenico.

Acqua Novara Vco prosegue segnalando che sono iniziate le opere di installazione di un nuovo impianto di trattamento, che sarà collocato in prossimità del centro abitato, consentendo la risoluzione del problema fino alla definizione di altre soluzioni attualmente in fase di studio. Si prevede il termine dei lavori entro dieci giorni.

A Pestarena la problematica legata all’acquedotto si ripete periodicamente e pensare che da quasi dieci anni c’è un acquedotto nuovo che non riesce ad essere completato a causa di problematiche burocratiche parrebbe legate alla condizione del suolo inquinato da residui derivanti dal vecchio stabilimento minerario.

Resta difficile la posizione dei possessori delle seconde case che, giungendo in paese normalmente di sera, non possono vedere l’Ordinanza contenete il divieto e quindi potrebbero utilizzare tranquillamente l’acqua che sgorga dai rubinetti.

Walter Bettoni
Ricerca in corso...