Ultra tour monte rosa 2019, centosettanta chilometri attorno al monte rosa

macugnaga -

Tutto è pronto a Macugnaga e lungo l’intero percorso che cinge le valli del Monte Rosa dove sta per passare l’Ultra Tour Monte Rosa edizione 2019, 170 Km con partenza ed arrivo a Grächen nel Canton Vallese.
Mercoledi 4 settembre, alle ore 6.00 partiranno da Grächen coloro che hanno scelto i 170 Km da percorrersi a tappe con sosta a Zermatt, Gressoney La Trinité e Macugnaga.
Il bello della corsa a tappe è che i grandi atleti in corsa per il podio di giornata corrono assieme a quelli che si cimentano nella Top gara.
Giovedì 5 settembre, alle ore 4.00 partiranno gli atleti che percorreranno l’itinerario (Lunghezza: 170 Km – D+ 11.400m). 224 atleti (venti donne) si cimenteranno prima di tutto sfidando sé stessi.
Venerdì 6 settembre, partirà poi da Gressoney-La-Trinité la terza gara 100 km –con D+ 6.420m, tracciato su mulattiere e sentieri walser carichi di storia, leggenda e vita aspra.
Oltre 660 atleti di 46 nazioni, il meglio dell’Ultra Trail a livello mondiale correrà sui sentieri walser attorno al massiccio del Monte Rosa.
Una gara epica, 170 chilometri con 11400 metri di dislivello positivo. Record da battere: maschile 30h14’01” stabilito nel 2017 da Tsang Siu Keung (Hong Kong). Record femminile 35h05’38” realizzato dalla tedesca Julia Boettger sempre nel 2017.
Questa competizione d’alta quota è stata pensata, disegnata, provata e corsa da Lizzy Hawker, cinque volte vincitrice dell’Ultra Tour del Monte Bianco e atleta del Team Nord Face.
Massiccia la presenza di atleti svizzeri e britannici, dell’est Europa e di asiatici con le forti rappresentanze di Taiwan, Singapore, Cina, Giappone, Malesia. La squadra di Hong Kong è presente in massa a difesa del record maschile, ben insidiata dagli atleti del Nepal che hanno dalla loro l’abitudine alle alte quote.
Fra le donne sono tornate le forti atlete della Nuova Zelanda, dell’Australia e l’italiana Francesca Canepa.
Presente il Sud America con Brasile, Argentina, Messico e Cile.
  
Macugnaga e il Monte Rosa restano location sempre più apprezzate dal mondo legato al trail running internazionale.
Dopo il successo del MEHT Monterosa Est Himalayan Trail torna la classica di fine estate: l’Ultra Tour Monte Rosa, appuntamento di livello internazionale in programma dal 4 al 7 settembre.

Quest’anno la competizione fra Svizzera e Italia sarà articolata su tre gare distinte presentando al via atleti provenienti da 46 nazioni che transiteranno o faranno tappa nella suggestiva piazza Municipio di Macugnaga.
Qui, presso l’hotel Flora, Luca Vittore dell’Organizzazione “Chez Felice” fornirà tutta l’assistenza necessaria agli atleti e sarà punto di riferimento per l’intero circuito.

Ed è Luca Vittore che illustra l’ultra maratona d’alta montagna. «Il 5 settembre prenderà il via e si correrà interamente, l’edizione 2019 dell’UTMR (Ultra Tour Monte Rosa). La gara avrà partenza e arrivo a Grächen (Canton Vallese),con attraversamento di tutte e sette le valli situate attorno al Monte Rosa.
Una full immersion ai piedi di una miriade di vette che superano i quattromila e soprattutto passerà ai piedi della Est, la parete himalayana più alta d’Europa.
Gli atleti, nel tratto Grächen-Zermatt, transiteranno anche sull’ormai famosa passerella sospesa “Kuonen” che con i suoi 494 metri di lunghezza è la più lunga al mondo (65 cm di larghezza e altezza massima dal suolo 85 metri)».
 

La gara è stata voluta, ideata, provata e proposta, dalla britannica Lizzy Hawker: “Ho voluto proporre un nuovo sogno agli amanti delle lunghissime distanze. Il Tour integrale del Monte Rosa lungo 170 km con 11.300 metri di dislivello positivo. L'itinerario completo è più duro di quello dell’Ultra Tour del Monte Bianco. È una sfida seria, molto impegnativa, brutale, bella e brillante. Da non perdere! Due lunghe giornate di back-to-back, da vivere a due passi dal cielo. Spazi selvaggi dai grandi silenzi. Panorami incantati fra un numero impressionante di punte che svettano oltre i quattromila metri. Su questi sentieri io mi sono allenata spesso ed è durante i miei allenamenti che mi è venuto in mente di dare vita a questa gara. Non esisteva e quindi l’abbiamo creata. La competizione è selettiva, aspra ma entusiasmante e il numero dei partecipanti è in costante crescita anche se continuiamo a tenerlo contingentato”.

Grandi festeggiamenti sono previsti a Macugnaga per i partecipanti della tappa Gressoney-La-Trinité – Macugnaga.
Non mancheranno la Comunità Walser con le rappresentanti della “Walser Verein z’Makana”, le autorità locali e sportive del settore.
La cerimonia di premiazione si terrà in piazza Municipio alle ore 17.30 e sarà curata dall’Associazione Albergatori di Macugnaga, presieduta da Claudio Meynet.

Le Basi Vita di Macugnaga (10-11-12),la logistica, l’accoglienza e l’assistenza sarà curata e coordinata dall’Organizzazione “Chez Felice” mentre il servizio di Pronto intervento (Bivacco Lanti – Passo del Moro) sarà garantito dal Soccorso Alpino di Macugnaga, coordinato da Maurizio Vittone in collaborazione con i Carabinieri Forestali.
I punti di controllo e ristoro sono fissati al Bivacco Lanti (Soccorso Alpino Macugnaga),alle Crocette (CAI Piedimulera) – a Staffa (Hotel Flora) e al Rifugio Oberto-Maroli (Kora Explore).
A Macugnaga i primi atleti dell’Ultra 170 dovrebbero transitare giovedì 5 settembre dopo le ore 24.00, determinanti saranno le condizioni meteo. Orario previsto d’arrivo a Grächen dalle ore 10.00 di venerdì 6.

Nel pomeriggio di venerdì 6 settembre arriveranno da Macugnaga i primi partecipanti dell’Ultra 100 Km.  L’intero tracciato prevede solo il 5% di asfalto, un 10% di sterrato e il restante 85% sono tutti sentieri e mulattiere. Previsti nove posti di controllo. Il percorso di gara è il seguente: Gressoney-La-Trinité, Col d’Olen, Alagna, Colle del Turlo, Macugnaga, Passo del Monte Moro, Saas Fee, Grächen.

 L’Ultra 170 Km si svolgerà dal’5 all’ 7 settembre.
Tempo massimo: 60 ore, con cancelli orari a Gressoney, Alagna, Macugnaga e Saas Fee.

Walter Bettoni
Ricerca in corso...