Mamma li turchi

DOMODOSSOLA -

Recentemente, su OssolaNews, ove mi occupo di una rubrica che ho denominato “Coccodrilli”, a seguito di un mio articoletto dal titolo “Metropolis”, paragonavo il Movimento 5 Stelle a Scientology e Beppe Grillo a Ron Hubbard.

A questo articoletto faceva seguito un intervento di Luigi Brambani, in rappresentanza della Chiesa Nazionale di Scientology d'Italia, pubblicato dallo stesso quotidiano col titolo “La replica di Scientology alla rubrica Coccodrilli”.

Ciò che più mi ha colpito in questa replica è che il signore in questione, cogliendo al volo l’opportunità, ha voluto sottolineare le grandi qualità umane, i meriti del fondatore di Dianetics o Scientology, insieme all’enfasi sulle attività delle sue “chiese”.

Per sapere chi siano questi soggetti, basterebbe limitarsi ad alcune voci dell’enciclopedia Wikipedia, facendo inoltre qualche ricerca sulle varie testimonianze di chi a quelle chiese ha aderito. Fortunatamente, per i non sprovveduti, il web offre molte possibilità di approfondimento. Purtroppo, sulla fine degli anni 70 questo non era possibile, e molte forme di plagio e di circonvenzione avevano certamente grande fortuna.

Per quanto mi riguarda, per conoscenza diretta, considero i fondamenti della chiesa di Scientology una pazzesca accozzaglia di dogmi deliranti e privi di fondamento. Predicare, spacciandosi per illuminati, per santoni, per profeti è da sempre un’attività molto lucrativa, particolarmente negli Stati Uniti d’America, dove Scientology è nata. E infatti, guarda caso, tanto per farla breve, Scientology viene definita “come la religione più costosa della Terra".

Per quanto ho potuto esaminare, questa “disciplina spirituale” non è riconosciuta in Svizzera, Belgio, Germania, Francia, Italia.

Inoltre, a mio avviso, possiede tutti i caratteri di uno schema piramidale, alla maniera dello Schema Ponzi, insomma una catena di sant’Antonio dove i soldi vengono sostituiti dalle persone, patrimonio assai più appetibile, e che in ultima analisi si risolve in una vera cascata di denaro. Di Ron Hubbard, non voglio parlare, ha data ampia prova di sé quale evasore, “bugiardo patologico”, e altro. Se i suoi seguaci desiderano considerarlo un grande umanista, un benefattore dell’umanità, non so che dire, la storia nel frattempo lavora e giudica da sé.

Infine, il redattore della lettera, signor Luigi Brambani, si guarda bene dal criticare il paragone e la simmetria da me denunciata tra Scientology e il Movimento 5 Stelle, insieme ai rispettivi fondatori. Anche volendo, non riesco a pensare che gli sia sfuggito. Perché?

Perché le somiglianze, le tecniche di persuasione, le forme di appartenenza e militanza, l’acriticità, il dispotismo verticale, le strategie e le forme di propaganda dei due “movimenti” non possono essere smentite.

Rocco Antonio Cento
Ricerca in corso...