#route76, alla scoperta di Cannobio

CANNOBIO -

Cannobbio (Canobi in dialetto lombardo occidentale) è un comune dell'Alto Verbano che si affaccia sul Lago Maggiore e conta 5.148 abitanti.

La Torre Comunale, nonché campanile della Collegiata di San Vittore, rifacimento settecentesco (1749) di un'antichissima chiesa. La facciata della chiesa è stata ultimata circa un secolo dopo la sua realizzazione e il suo interno è a navata unica.

Gli interni della Chiesa

L'organo, a opera del varesino Luigi Maroni Biroldi

Il Santuario del Miracolo della SS Pietà, situato sul luogo dove, secondo la tradizione, si verificò il miracolo della "Sacra costa". Nel 1522, nell'osteria di Tommaso Zaccheo, una cameriera recatasi al piano di sopra per recuperare delle lenzuola, si sarebbe accorta di una perdita di sangue da un dipinto raffigurante il Cristo. Il giorno seguente, sulla tovaglia sottostante al quadro, sarebbe stata trovata una piccolissima costola, proporzionata al corpo di Cristo dipinto.

Il Santuario venne costruito per ordine di Carlo Borromeo nel 1583, anche se la facciata è opera di un rifacimento novecentesco. L'interno è a una navata a decorazione barocca, mentre l'altare è dominato da una pala di Gaudenzio Ferrari.

Un vicolo di Cannobio

Palazzo della Ragione, detto Parasio, venne edificato nel 1291 da Ugolino Mandello. È costituito da blocchi squadrati granito che formano un portico con cinque pilastri reggenti le volte a botte. Sotto il portico sono collocati stemmi, lapidi e rilievi trecenteschi e due tombe romane. Oggi è sede di promozione turistica, mostre ed eventi.

Casa Pironi

Il Municipio di Cannobio. Numerose sono le frazioni che costituiscono il territorio comunale: Campeglio, Carmine Inferiore, Carmine Superiore, Cinzago, Formine, Marchille, Piaggio Valmara, Pianoni, Ronco, San Bartolomeo Valmara, Sant'Agata sopra Cannobio, Socraggio, Socragno, Traffiume.

Il lungolago di Cannobio

Il Nuovo Teatro di Cannobio

Tre monumenti a Cannobio: nella prima foto, la statua del Papa, nella seconda, quella del fisico e architetto Giovanni Branca e nella terza quella di Antonio Giovanola, ex sindaco di Cannobio, deputato della Repubblica, Senatore del Regno d'Italia e Ministro dei Lavori Pubblici.

Il porticciolo

Cannobio è un'importante meta turistica, la prima che un turista del nord Europa trova in Italia. Insieme a Cannero, è l'unico comune del Piemonte ad aver ricevuto il titolo di Bandiera Blu e Bandiera Arancione.

Ill Santuario in lontanza, vicino al lungolago

Il monumento ai caduti di Cannobio

Il pontile di Cannobio

L'imbarcadero

Il confine della Repubblica Partigiana dell'Ossola, nella parte di Cannobio più vicina alla Svizzera.

L'area skateboard di Cannobio

I campi sportivi di Cannobio

La frontiera di Cannobio, al confine con la Svizzera. Vista la posizione favorevole, moltissimi cannobiesi lavorano nel vicino Paese da frontalieri.

I Castelli di Cannero sono tre isolotti rocciosi, che si trovano nel territorio comunale di Cannobio. Su due di questi si trovano delle rovine di antiche fortificazioni. Furono costruiti tra il XI e XII e detti Malpaga. Verso la fine del XIV Secolo furono abitati dai Mazzarditi (i fratelli Mazzardi),che all'inizio del Quattrocento la utilizzarono come base per invadere, con metodi spesso violenti, l'intero Verbano.

Federico Raso - Foto Fabio Nedrotti
Ricerca in corso...