#route76, alla scoperta di Casale Corte Cerro

CASALE CORTE CERRO -

Casale Corte Cerro (Casal dla Cort Cera in dialetto) è un comune cusiano di 3.461 abitanti, al confine con Omegna.

Vari scorci della chiesa di Casale Corte Cerro

La posizione geografica su cui sorge il comune di Casale Corte Cerro è molto importante, in quanto segue il corso che il torrente Strona percorre prima di giungere nell'abitato di Gravellona Toce. Fu proprio questa posizione privilegiata ad attirare popolazioni celtiche in questa zona, ma con l'arrivo dei Romani intorno al I Secolo a.C. Casale Corte Cerro divenne parte dell'Impero.

Il Museo della Latteria Consorziale Turnaria

Uno stabilimento abbandonato

La Biblioteca

La Caritas

Il circolo dei Combattenti di Casale Corte Cerro, visto dall'alto

Il parchetto

La vecchia funivia per raggiungere il Santuario dei Getsemani. Fu costruito a 500 m di quota da Luigi Gedda nel 1950, come luogo di esercizi spirituali. Il Santuario si raggiunge percorrendo una mulattiera in salita per circa 15 minuti, costeggiata da raffigurazioni murali con le stazioni della via Crucis.

Una meridiana

Il Municipio di Casale Corte Cerro. Il territorio comunale, a metà tra Gravellona Toce e Omegna, si estende su varie frazioni: Arzo, Cafferonio, Cassinone, Cereda, Crebbia, Crottofantone, Gabbio, Montebuglio, Motto, Pramore, Ramate, Ricciano, Sant'Anna, Tanchello.

Il circolo di Ramate

La Chiesa parrocchiale dei Santi Lorenzo e Anna fu costruita nel 1569 a Ramate. Al proprio interno possiede un altare in marmo di Crevola arricchito con le sculture di Giordano Camona di Gravellona Toce.

La frazione di Ramate è famosa nel resto della provincia anche per la squadra di calcio, la Ramatese, una delle più importanti scuole calcio della zona.

Federico Raso - Foto Fabio Nedrotti
Ricerca in corso...