#Route76, alla scoperta di Massiola

massiola -

Massiola è un comune della Valle Strona di circa 170 abitanti. Nel 1928 fu annesso al comune di Valstrona per poi essere ricostituito nel 1955

Presso il piccolo municipio trovano sede anche l'ufficio postale e la proloco

La chiesetta di Massiola

Lapide a Carlo Mattazzi, un ricco commerciante che con il suo lascito grantì borse di studio ai giovani del paese e medicinali gratuiti per gli indigenti.

La torretta di Palazzo Ratti.

Innocenzo Ratti fu un giovane frate che lasciò l'abito talare per una servetta della valle Anzasca, l'avvenenza della giovane portò il pittore Hayez ad usarla come modella.

Medico molto apprezzato e dal focoso spirito avventuriero si unì alla spedizione di Garibaldi divenendone il luogotenente medico nonché amico stretto.

Tornato a Massiola ne fu medico e sindaco molto amato.

Fontanella in piazza a Massiola

L'antenna delle telecomunicazioni

Il museo della cava di Marmo, nei pressi c'è la sede delle guide speleologiche che organizzano escursioni nelle grotte che alimentarono le leggende sulle streghe di Sambughetto

Cartello informativo del museo di Marmo

Casa con un murales rappresentante le streghe di Sambughetto. La leggenda narra che dalle grotte della frazione Marmo fuoriuscissero le streghe che nottetempo, correndo lungo un filo teso tra le grotte stesse e il campanile di Sambughetto, perpetrassero le loro scorrerie.

La leggenda nasce dal gorgoglio dell'acqua che scorre nel sottosuolo e richeggiando nelle volte prende le sembianze di gemiti e urla.

Foto Fabio Nedrotti
Ricerca in corso...