L'anno culturale 2018 in Ticino

Canton Ticino -

L'offerta culturale ticinese rispecchia il variegato paesaggio del Cantone. Musei grandi e piccoli vantano esposizioni interessanti: il LAC di Lugano espone le opere di Pablo Picasso da una nuova prospettiva, mentre la Casa Rusca di Locarno rende omaggio al rinomato architetto ticinese Mario Botta con un'esposizione speciale in occasione del suo 75mo compleanno. Uno dei monumenti religiosi più importanti è il santuario della Madonna del Sasso di Locarno, nel cui museo riaperto, a partire da Pasqua sarà possibile ammirare una selezione di preziose opere d'arte. Villa Ciani trasporta i visitatori nel passato con un tour virtuale, la scena culturale luganese invita due volte all'anno all'iniziativa Open Gallery, mentre la Galleria Berno Sacchetti di Ascona non si occupa solo dell'amore per l'arte, bensì, di recente, ha a cuore anche il piacere del palato. Il panorama teatrale ticinese è altrettanto variegato: il Teatro Sociale di Bellinzona è un vero gioiello della storia culturale europea. Il perimetro di Castelgrande a Bellinzona serve da scenografia per lo spettacolo medievale Spada nella Rocca, che quest'anno giunge alla 20ma edizione. Più a sud, le cave di marmo di Arzo sono state riportate a nuova vita e in maggio festeggiano l'inaugurazione nel nuovo anfiteatro naturalistico. Non da ultimo un'altra creazione di Mario Botta andrà ad arricchire ulteriormente l'offerta culturale ticinese quando, nell'autunno 2018, aprirà le porte al pubblico il Teatro dell'architettura di Mendrisio.

Ricerca in corso...