Brevi viaggi e piccoli suggerimenti

Viaggiando in aereo verso un paese straniero, è sempre utile sfogliare il giornale della compagnia con la quale si e' scelto di volare. Si trova solitamente 'nella tasca del sedile anteriore', come dice  la voce della hostess mentre la sua collega mima le istruzioni per l'uso dei vari dispositivi. Leggendo, si scoprono molte cose e le notizie introducono al paese che si andrà a visitare. Un altro suggerimento è quello di accettare il quotidiano che vi viene offerto, anche se non si conosce la lingua in cui è scritto. Qualche cosa rimane, anche se si guardano soltanto le figure! Poi ogni tanto le sorprese, come queste in un volo verso il Marocco.  Una è l'apertura del nuovo MotorVillage della FCA, la nuova Fiat, a Casablanca descritto con grande enfasi e ricchezza di dettagli, nonchè con una foto che illustra il bellissimo edificio di cui non siamo riusciti a identificare l'architetto che lo ha concepito.

L'altra è il ricordo di Driss Chraibi,  il celebre scrittore marocchino deceduto il 1. aprile 2007 all'età di 81 anni e oggi piu' popolare che mai per la sua opera di sorprendente attualità. E' stato ricordato dalla Università Hassan II di Casablanca con un omaggio nel decennale della morte. Troverete le due notizie su Google, con tutti i dettagli. I libri di Driss Chraibi sono anche in vendita su Amazon.

Attraversare l'aeroporto della Malpensa, macinando chilometri per arrivare all'imbarco, è anche utile se si vuole fare un ripasso veloce delle utime tendenze della moda!  Abiti, calzature, pelletteria, gioielli, orologi, i marchi piu' prestigiosi del 'made in italy' sono in esposizione e naturalmente in vendita, compreso Bulgari con la nuova linea di gioielli e di orologi Octo Finissimo di cui è appena stata presentata la versione in titanio alla Fiera di Basilea.  Qui la famosa casa romana accoglie e... nutre i propri clienti con l'aiuto di un'équipe di chefs selezionati e capitanati dall'olandese Brendan Becht, il quale ha scelto nella rosa dei suoi collaboratori anche il vigezzino Giampiero Bona, titolare del ristorante Le Colonne a  Santa Maria Maggiore.  Tutti i dettagli su Google, digitando Baselworld 2017 - il Salone Mondiale dell'Orologeria e della Gioielleria - Bulgari e Brendan Becht. Il volo diretto in Marocco atterra a Casablanca e da li il treno arriva a Marrakech, mèta del viaggio dedicato ai giardini. E' il momento delle rose, una vera meraviglia! Sbocciano di tutti i colori, sono di tutte le specie e varieta', crescono a cespuglio o rampicanti. Insieme a tante altre piante si possono ammirare, oltre che in città, in tre giardini precisi. 

Il primo è il Jardin Majorelle, creato dall'omonimo pittore francese morto nel 1962 e acquistato nel 1980 da Pierre Bergé e Yves Saint Laurent, i quali eseguono un restauro straordinario del luogo e aggiungono molte piante rare e preziose. Lo studio del pittore viene trasformato in un museo della cultura berbera e vengono aggiunti una raffinata libreria, un caffé e una boutique di grande eleganza. Alla morte del famoso sarto francese nel 2008, il suo socio Pierre Bergé crea la Fondation Jardin Majorelle e fa erigere un memoriale nel giardino, ormai lussureggiante.  Da notare il colore blu dei vasi e di alcuni dettagli, di una tonalità speciale, il blu Saint Laurent.  Come in pittura è inconfondibile il blu dell'artista Yves Klein, un altro geniale francese.

Il secondo giardino si trova a 28 km da Marrakech verso Ourika e la montagna dell'Atlante. Si chiama Anima ed e' opera di André Heller, fondatore del famoso Cirque du Soleil. Questo artista ha creato un luogo incantato, una messa in scena botanica lussureggiante, dove si sente lo scorrere dell'acqua e il profumo dei fiori. Acquattate fra gli alberi e sui sentieri una serie di sculture di varie forme molto evocative di atmosfere particolari. Rose dovunque, colori incantevoli e come siepe il rosmarino, tagliato come se fosse bosso!

Il terzo giardino è quello del lussuoso albergo La Mamounia a Marrakech, vastissimo, con grandi viali che portano agli eleganti padiglioni, alla piscina, ai campi da tennis. Rose dovunque, di ogni colore, bellissime, ma spettacolari sono quelle rampicanti sui tronchi dei giganteschi ulivi (!) che fiancheggiano il viale principale, cosi alti da formare una galleria verde!

Cercate su google Jardin Majorelle, Anima e Hotel La Mamounia. Troverete immagini e notizie piu' dettagliate. Purtroppo non il profumo delle rose...

Viaggiando in aereo verso un paese straniero, è sempre utile sfogliare il giornale della compagnia con la quale si e' scelto di volare. Si trova solitamente 'nella tasca del sedile anteriore', come dice  la voce della hostess mentre la sua collega mima le istruzioni per l'uso dei vari dispositivi.

Leggendo, si scoprono molte cose e le notizie introducono al paese che si andrà a visitare.

Un altro suggerimento è quello di accettare il quotidiano che vi viene offerto, anche se non si conosce la lingua in cui è scritto. Qualche cosa rimane, anche se si guardano soltanto le figure! Poi ogni tanto le sorprese, come queste in un volo verso il Marocco. 

Una è l'apertura del nuovo MotorVillage della FCA, la nuova Fiat, a Casablanca descritto con grande enfasi e ricchezza di dettagli, nonchè con una foto che illustra il bellissimo edificio di cui non siamo riusciti a identificare l'architetto che lo ha concepito.

L'altra è il ricordo di Driss Chraibi,  il celebre scrittore marocchino deceduto il 1. aprile 2007 all'età di 81 anni e oggi piu' popolare che mai per la sua opera di sorprendente attualità. E' stato ricordato dalla Università Hassan II di Casablanca con un omaggio nel decennale della morte. Troverete le due notizie su Google, con tutti i dettagli. I libri di Driss Chraibi sono anche in vendita su Amazon.

Attraversare l'aeroporto della Malpensa, macinando chilometri per arrivare all'imbarco, è anche utile se si vuole fare un ripasso veloce delle utime tendenze della moda! 

Abiti, calzature, pelletteria, gioielli, orologi, i marchi piu' prestigiosi del 'made in italy' sono in esposizione e naturalmente in vendita, compreso Bulgari con la nuova linea di gioielli e di orologi Octo Finissimo di cui è appena stata presentata la versione in titanio alla Fiera di Basilea. 

Qui la famosa casa romana accoglie e... nutre i propri clienti con l'aiuto di un'équipe di chefs selezionati e capitanati dall'olandese Brendan Becht, il quale ha scelto nella rosa dei suoi collaboratori anche il vigezzino Giampiero Bona, titolare del ristorante Le Colonne a 

Santa Maria Maggiore.  

Tutti i dettagli su Google, digitando Baselworld 2017 - il Salone Mondiale dell'Orologeria e della Gioielleria - Bulgari e Brendan Becht. Il volo diretto in Marocco atterra a Casablanca e da li il treno arriva a Marrakech, mèta del viaggio dedicato ai giardini. E' il momento delle rose, una vera meraviglia! Sbocciano di tutti i colori, sono di tutte le specie e varieta', crescono a cespuglio o rampicanti. Insieme a tante altre piante si possono ammirare, oltre che in città, in tre giardini precisi. 

Il primo è il Jardin Majorelle, creato dall'omonimo pittore francese morto nel 1962 e acquistato nel 1980 da Pierre Bergé e Yves Saint Laurent, i quali eseguono un restauro straordinario del luogo e aggiungono molte piante rare e preziose. Lo studio del pittore viene trasformato in un museo della cultura berbera e vengono aggiunti una raffinata libreria, un caffé e una boutique di grande eleganza. Alla morte del famoso sarto francese nel 2008, il suo socio Pierre Bergé crea la Fondation Jardin Majorelle e fa erigere un memoriale nel giardino, ormai lussureggiante. 

Da notare il colore blu dei vasi e di alcuni dettagli, di una tonalità speciale, il blu Saint Laurent.  Come in pittura è inconfondibile il blu dell'artista Yves Klein, un altro geniale francese.

Il secondo giardino si trova a 28 km da Marrakech verso Ourika e la montagna dell'Atlante. 

Si chiama Anima ed e' opera di André Heller, fondatore del famoso Cirque du Soleil. Questo artista ha creato un luogo incantato, una messa in scena botanica lussureggiante, dove si sente lo scorrere dell'acqua e il profumo dei fiori. Acquattate fra gli alberi e sui sentieri una serie di sculture di varie forme molto evocative di atmosfere particolari. Rose dovunque, colori incantevoli e come siepe il rosmarino, tagliato come se fosse bosso! Il terzo giardino è quello del lussuoso albergo La Mamounia a Marrakech, vastissimo, con grandi viali che portano agli eleganti padiglioni, alla piscina, ai campi da tennis. Rose dovunque, di ogni colore, bellissime, ma spettacolari sono quelle rampicanti sui tronchi dei giganteschi ulivi (!) che fiancheggiano il viale principale, cosi alti da formare una galleria verde!

Cercate su google Jardin Majorelle, Anima e Hotel La Mamounia.

Troverete immagini e notizie piu' dettagliate. Purtroppo non il profumo delle rose...

Pia Quarzo Cerrina
Ricerca in corso...