Mercato del lavoro Vco, a gennaio il 2% di assunzioni in più rispetto all'anno scorso

Le professioni più difficili da reperire: tecnici dei servizi alle persone, operai metalmeccanici ed elettromeccanici e tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione

VCO -

Questa la tendenza delle assunzioni previste nella nostra provincia nel mese di gennaio 2020 secondo l’indagine previsionale Excelsior, realizzato dalla Camera di commercio del Vco.

Le imprese che prevedono assunzioni saranno pari al 12% del totale, un dato sostanzialmente in linea con il mese precedente, sono in programma circa 970 assunzioni, 3.320 considerando i primi tre mesi del 2020.

Nel 25% dei casi le nuove entrate previste saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nel 75% dei casi saranno a termine.

I nuovi assunti saranno impiegati soprattutto nel settore dei servizi (71%) e nelle imprese con meno di 50 dipendenti (67%),il 26% saranno giovani con meno di 30 anni.

All’80% dei neoassunti è richiesto un titolo di studio. Al 23% una qualifica o diploma professionale, al 36% un diploma di scuola media superiore, mentre al 21 per cento una laurea.

Ad oltre 7 assunti su 10 viene richiesta esperienza professionale specifica o nello stesso settore e in 37 casi su 100 le imprese prevedono di avere difficoltà nel trovare i profili desiderati.

Le professioni più difficili da reperire in provincia nel mese di gennaio, sono, diversamente da quanto più volte rilavato nei mesi scorsi: tecnici dei servizi alle persone, operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche e tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione. Rispetto ai dati precedenti tra le figure professionali più richieste mancano cuochi, camerieri e profili legati al turismo, ma  bisogna tenere presente che il comparto ristorativo e alberghiero a gennaio e generalmente fino a Pasqua non prevede assunzioni annuali o stagionali.


 

Ricerca in corso...