Soms Valle Vigezzo, approvato il bilancio e il ricco programma di attività

SANTA MARIA MAGGIORE -

Come da programma domenica 11 marzo, nonostante una situazione meteo invernale, si è svolta l'annuale assemblea della SOMS a Santa Maria Maggiore. L'assise è avvenuta in seconda convocazione per non essere vincolata dal numero dei soci presenti. La prima era prevista alle 9.30 e qualche socio anziano, non pratico di questi espedienti burocratici si era presentato a quell'ora. Una trentina i presenti, (quasi un centesimo del numero dei soci) tra cui i sindaci di Villette, Toceno, Santa Maria Maggiore e Malesco. Si notavano due volontari dell'Ambulanza di valle e il capo dei VVF volontari Antonio Locatelli. La presidente avv. Patrizia Testore dava inizio all'assise con la relazione sul 2017 ringraziando i presenti, i collettori e quanti collaborano al sodalizio, ricordando le varie iniziative sostenute, non ultima l'annuale gita a Pavia e Voghera, passando poi la parola alla tesoriera Rita Gatti per la lettura del bilancio consuntivo 2017 e quello di previsione 2018. Tiziano Ferraris, sindaco di Toceno in veste di revisore dei conti (con Albino Barazzetti già sindaco di Malesco, e Paolo Giovanola sindaco di Craveggia) leggeva il parere favorevole e si procedeva alla votazione del bilancio approvato all'unanimità. Segretaria era Carla Bona in sostituzione della craveggese Silvana Gubetta. Sempre nella discussione del bilancio 2017 si parlava del positivo impatto del servizio Viportiamo noi, che ha effettuato 241 trasporti per un totale di 16921 Km e di cui sono stati migliorati alcuni aspetti assicurativi anche per garantire i volontari (una ventina). Sottolineava la collaborazione con i volontari dell'Ambulanza per il comune ed efficiente coordinamento. La SOMS annualmente versa a questo servizio presieduto da Gianfranco Bonzani, 21mila € oltre a circa 3000 quale rimborso spese per il trasporto dei soci. In sostituzione del consigliere Luca Guffanti per Malesco, si proponeva l'ex insegnante Cristina Bergamaschi, attiva in varie iniziative di quel paese e attuale presidente della Banda. Nomina accettata all'unanimità. La Testore annunciava una nuova collettrice per Malesco in quanto la storica e generosa Angela Ricci, (cui andava la generale riconoscenza) ha lasciato per motivi di salute. Non è mancato un velo di tristezza nel ricordo di Alfredo Ramoni, autentico pilastro della SOMS scomparso da pochi mesi, la cui surroga veniva ufficializzata con l'ingresso in consiglio del figlio Rocco. Questi ringraziava e non senza emozione spiegava ai presenti che si sta predisponendo un'iniziativa per ricordarlo degnamente nel suo paese di Finero con una manifestazione da realizzarsi entro l'estate. Sempre la presidente introduceva il tema dell'alfiere, figura mancante che viene sostituita non in tutti i paesi da soci volontari, specie in occasioni di commiato dei soci presenti. Non tutti i comuni hanno soci disponibili per quel ruolo. Seguivano proposte e verie indicazioni. Tra queste l'acquisto di bandiere ulteriori da lasciare nelle chiese e da esporre durante le esequie. Si era proposto anche di ricordare il defunto con uno specifico annuncio sull'Eco. Barazzetti proponeva anche di impiegare personale delle IIFF, ma pare che l'idea delle bandiere dislocate in ogni chiesa sia quella da perseguire. Certo il mondo cambia, sempre più spesso i funerali si circoscrivono solo tra sagrato e chiesa in quanto i defunti giungono da fuori valle e alle esequie segue la cremazione, e la bandiera estremo omaggio al socio ha ruolo sempre più limitato. Visto l'esito positivo della partecipazione alle gare sportive in ricordo di Bruno Covetta (uno dei presidenti SOMS "andato avanti") e alla Sgamelaa di Vigezzo, si proponeva di mantenere l'adesione con l'offerta di coppe ai vincitori. La Testore aggiornava i presenti sulla nuova Sede che si prevede di inaugurare il 22 Aprile. La sede sempre a S. Maria Maggiore si è spostata al secondo piano della casa comunale che affaccia sulla piazza della Chiesa, sopra la "Casa del Profumo Feminis Farina" che sarà inaugurata questo 24 marzo. Gli ambienti sono stati riqualificati a spese del Comune e la SOMS ha partecipato per la parte di arredamento, peraltro quasi tutto recuperato. Ha ricordato le convenzioni stipulate con Negozi, officine e anche alcune farmacie vigezzine oltre a centri sanitari (Biochemical) che effettuano sconti anche del 10 % sulle spese effettuate. Si è parlato delle Borse di Studio assegnate lo scorso gennaio a 4 giovani matricole universitarie vigezzine, ma la Testore lanciava la proposta di una Tesi di Laurea sulla storia della SOMS, opera di aggiornamento che si rende necessaria e utile anche perchè unico testo sull'argomento è quello di Benito Mazzi risalente al 1981. Idea accolta con favore da tutti. Per onorare i Soci Caduti nella grande guerra in occasione del centenario di questa, si realizzerà a Toceno una serata prevedendo il Concerto della Fanfara ANA Ossolana e degli Amici della Montagna con una chiacchierata di stampo storico. Si è parlato anche di festa campestre, ma qui sono emerse alcune reali perplessità in quanto gli attori di queste iniziative sono ormai quasi tutti anziani e non sono molti i luoghi a norma per lo svolgimento di simili feste. Malesco si proponeva magari anche coinvolgendo le varie associazioni del paese. Argomento ancora lasciato aperto a valutazioni. Alle 12.10 seguiva un ricco aperitivo che chiudeva questo incontro. Con la presidenza Testore sono cambiati alcuni aspetti specie burocratici, infatti la SOMS in passato si manifestrava in eventi canonici: Messa, assemblea con approvazione bilancio e pranzo a maggio, festa campestre agosto, gita autunnale e pranzo di fine anno. Ora le norme dal 2012 impongono la chiusura contabile entro marzo. Inoltre anche le SOMS devono sottostare ad impegni sempre più restrittivi non ultimo un registro dei soci (e sono quasi 3000 come detto) con tutti i dati anagrafici e fiscali cosa che ha creato difficoltà e superlavoro ai collettori. Pare immutata però la generosità dei vigezzini nei confronti della SOMS che con oblazoni, riparazioni e manutenzioni al Doblò viportiamonoi ed altre forme, contribuiscono a mantenere vivo ed efficiente questo sodalizio che si avvicina a 140° anno di vita.

 

 

Attualmente il direttivo è così composto:

 

Testore Patrizia Presidente

​Gatti Maria Rita Tesoriere

Gubetta Silvana Consigliere di Craveggia

Bianconi Bruno Consigliere di Zornasco

Bonzani Giacomo Consigliere di Villette

Bona Carla Consigliere di Crana/ Segretaria

Bonzani Enzo Consigliere di Re

Cavalli Remo Consigliere di Olgia

Covetta Patrick Consigliere di Santa Maria Maggiore

Cugliandro Domenico Consigliere di Druogno

Gnuva Antonio Consigliere di Prestinone

Cristina Bergamaschi Consigliere di Malesco

Mattei Rolando Consigliere di Dissimo

Prelli Remo Consigliere di Coimo

Ramoni Rocco Consigliere di Finero

Terruggia Paolo Consigliere di Vocogno

Zamboni Flavio Consigliere di Toceno

Zanni Renzo Consigliere di Buttogno

Gim

Gim Bonzani
Ricerca in corso...