La Macchina del tempo: 1978, il primo aereo 'regolare' atterra in Ossola

DOMODOSSOLA -

La terza puntata della Macchina del tempo ci porta a Domodossola, nell'anno 1978.

Erano le 12,40 del 27 dicembre 1978 quando toccava terra in Ossola il primo aereo regolarmente autorizzato dall'Ente di controllo della circolazione aerea.

A compiere l'atterraggio era il noto fotografo ossolano Carlo Pessina che, decollato col suo monomotore da Vergiate (Varese) , toccava terra in località Siberia a Domodossola, negli stessi prati che ad inizio secolo videro schiantarsi il Bleriot di Geo Chavez, il primo trasvolatore delle Alpi.

Una cinquantina gli spettatori era presente all'impresa, che serviva ad aprire il dibattito sulla necessità di una pista in Ossola. Quello di Pessina era un chiaro omaggio a Chavez, ma anche un richiamo alla autorità ossolane affinché accelerassero i tempi per l'attivazione dell'aviosuperficie sulla rive del Toce, a Masera. Aviosuperficie poi realizzata, una infrastruttura che ancor oggi divide chi vorrebbe vederla trasformata in un piccolo aeroporto utile all'economia ossolana e chi invece la osteggia perché, dice, i lavori di arginature del Toce creerebbero problemi più a valle.

Renato Balducci
Ricerca in corso...