Il destino dell'UE risorgere o morire. Piero Gaido

DOMODOSSOLA -

L'UE è fragile ed inefficente, è un grande poltronificio che in realtà nessuno disdegna tranne che a parole.

I populismi e i nazionalismi espressi da Marine Le Pen e da Matteo Salvini per citarne i più importanti e vicini a noi sotto un certo aspetto sono positivi, perchè sono segnali fortissimi che chi ha a cuore il destino dell'UE deve realmente tenerne conto perchè il pericolo di una dissoluzione dell'UE è molto concreto, non dimentichiamoci che la maggior parte degli incendi partono da piccoli fuocherelli.

L'UE non funziona e mai funzionerà perchè venne edificata partendo dal tetto dimenticando volutamente che le case si costruiscono partendo dalle fondamenta (regole).

La prima cosa che avrebbero dovuto fare era dotarsi di un sistema di regole necessarie e indispensabili per poter governare, la sicurezza, la sanità, l'economia e l'organizzazione erano cose da non lasciare a discrezione di nessun membro, l'alternativa alla non accettazione doveva prevedere l'automatica espulsione dello stesso, peccato invece che sono state concesse tantissime libertà ai vari stati i quali sono solo interessati ai loro interessi e non all'UE.

Si è proseguito a far danni continuando ad allargare la famiglia per compiacere gli Stati Uniti e far un dispetto all'URSS.

Si è accettata la posizione assurda e ambigua dentro/fuori dell'Inghilterra e ora che sbattendo la porta se ne è andata, non ci devono essere sconti.

Tutte queste cose sono il frutto dell'errore di costruzione iniziale (le libertà lascite ai vari stati sono come delle metastasi).

L'UE non deve pensare a chi è l'inquilino della Casa Bianca e deve cancellare quell'assurdo progetto che prevede l'ingresso della Turchia, che sarebbe solo un danno.

Italia, Francia e Germania devono unirsi realmente e dar vita ad un nuovo stato il quale aprirà la porta SOLO a coloro disposti a condividere e sottostare alle nuove regole ciò significa uno per tutti tutti per uno.

Secondo me ciò che ho espresso potrebbe sembrare un'utopia ma è l'unica realistica alternativa a una lenta e progressiva agonia che porterà inesorabilmente alla morte dell'UE.

 

Piero Gaido

Redazione on line
Ricerca in corso...