Statalizzare

DOMODOSSOLA -

Il "Nuovo" può essere positivo o negativo. E' positivo se lo spirito che lo ispira è utilizzare il passato per migliorare il futuro, non cancellarlo perchè senza passato è impossibile che ci sia un futuro migliore.

Negli ultimi quaranta anni le maggiori aziende italiane sono state privatizzate o semi privatizzate, ora l'attuale Governo ha intenzione di statalizzare tutto ciò che può, un dubbio sorge: perchè? (il divino Giulio insegna) più che uno possiede il controllo più ha potere ed è più semplice ricavarne consenso elettorale.

Secondo me sono contrario a tale tendenza perchè tra il sistema pubblico e privato vi è una grande differenza.

Una grossissima e importantissima differenza è chi paga, nel privato i soldi li mette il così detto padrone, nel pubblico li mette il cittadino (contribuente) la vera differenza consiste in chi comanda, nel privato il padrone è colui che mette i soldi e comanda e ciò che conta sono i risultati e i mercati sono i giudici, per cui capacità, efficenza e competenza sono gli ingredienti indispensabili al fine di ottenere i migliori risultati possibili e vi è una responsabilità effettiva.

Nel pubblico chi comanda più delle volte non si sa quasi neanche chi sia, non è il padrone è chi ha vinto le elezioni e ha la gestione momentanea avuta da una parte della proprietà (cittadini-elettori-contribuenti) ad esso interessa più il potere che le varie neccessità dei cittadini, la responsabilità che nel privato esiste nel pubblico è inesistente e dove non c'è vera responsabilità si annidano le cose negative.

Nel privato le aziende siano piccole che grosse hanno ragione di esistere se funzionano cioè producono un guadagno, chi crea danni o non raggiunge gli obbiettivi non viene premiato, paga.

Nel pubblico abbiamo Comuni, Città, Regioni che sono dei buchi neri nonostante che percepiscono costantemente ingenti aiuti economici, sono in uno stato d'emergenza continuo e chi paga siamo noi tutti, noi contribuenti non certamente chi dovrebbe risolvere i problemi e non lo fanno (vedi Napoli e Roma).

Giustificare la scelta di statalizzare le cose per una questione di sicurezza equivale ad ammettere l'incapacità di controllare o la non volontà di farlo.

Se il "Nuovo" vuole dimostrare realmente di esserlo vari una legge che preveda per le amministrazioni pubbliche che non sono più in grado di svolgere le loro funzioni non più il commissariamento ma il fallimento.

Abbiamo i Carabinieri, la Guardia di Finanza la Magistratura diamo loro i poteri necessari per lavorare e lasciamoli lavorare è ora che chi sbaglia paghi a prescindere di chi sia.

 

Piero Gaido

 

Ricerca in corso...