I vini e la passione della casa vitivinicola Eca

villadossola -

Il Nebbiolo è uno tra i vitigni più piemontesi fra i piemontesi ed è una varietà che insieme all’uva Merlot, viene allevata con impegno dalla casa vitivinicola Eca di Villadossola, una cantina nata grazie alla passione del suo fondatore, Alessandro Bonacci.

Alla fine degli anni ‘80 fu proprio Alessandro a decidere di recuperare il vecchio vigneto paterno, ormai abbandonato, e con tempo e dedizione è riuscito a trasformare la sua passione in una solida realtà.

Le vigne sorgono su scoscesi pendii nella zona di Villadossola, si estendono per circa due ettari, uno dei quali è interamente coltivato a Nebbiolo e qui le viti affondano le loro radici in un appezzamento ricavato su di un versante estremamente acclive, con filari gestiti a guyot. Un’antica scultura in pietra domina e sorveglia i vigneti e ritrae il volto di un antenato della famiglia Bonacci, Pietro, che dopo aver cercato fortuna e successo in Sud America, cambiò il suo cognome in Bonaccio e tornò glorioso in patria.

Un volto riprodotto e disegnato anche sulle tre etichette create da Eca: Ca'd La Volp un vino ottenuto da uve Nebbiolo in purezza, Ca'd Rusin DOC un vino prodotto a partire da uve Merlot, il Ca'd Regina un’altra piccola produzione di Merlot, che non viene realizzata in tutte le annate, e dalla distillazione delle vinacce di entrambe le uve, danno vita anche alle loro due grappe “Tarlina”.

Eca è una giovane cantina dalla storia antica, che si dedica con determinazione alla viticoltura ossolana, e i loro vini come dice Alessandro, sono vini: “con grado alcoolico di nerbo, con forte carattere legato al territorio e profumi intensi, specie dopo l’affinamento in cantina per alcuni anni”; potrete scoprirli recandovi in cantina per una visita all’azienda, per una degustazione guidata e per una passeggiata tra i vigneti, da cui godrete di una meravigliosa vista panoramica. (I.P.)

Elena Maffioli
Ricerca in corso...