Aborto, M5S: “Blitz di Marrone è grave, Icardi prenda posizione e venga a spiegare in commissione”

Frediani: “Da quando all'assessore sono state affidate le deleghe alla Sanità?”

TORINO -

“Il blitz di Marrone sulla pillola abortiva è grave e valica, di molto, le sue deleghe. Ci siamo persi qualche rimpasto di Giunta in cui gli sono state affidate le deleghe alla Sanità? E il vero assessore alla Sanità Icardi cosa dice?

Piuttosto che provare a modificare le nuove procedure per l'interruzione di gravidanza farmacologica, la Giunta regionale venga in Commissione Sanità a spiegare le linee guida. La legge 194 è chiara a riguardo: 'Nei primi novanta giorni gli interventi di interruzione della gravidanza dovranno altresì poter essere effettuati (...) presso poliambulatori pubblici adeguatamente attrezzati, funzionalmente collegati agli ospedali ed autorizzati dalla regione'.

Quali sono i consultori piemontesi adeguatamente attrezzati e funzionalmente collegati agli ospedali? In proposito una recente determinazione dell'Agenzia italiana del farmaco, in linea con le indicazioni approvate a livello europeo, consente l'utilizzo del medicinale fino al 63° giorno di età gestazionale rimuovendo il vincolo che imponeva il ricovero dal momento dell’assunzione del farmaco fino alla verifica dell’espulsione del prodotto del concepimento.Piaccia, o no, alla Giunta piemontese”. Così in una nota stampa Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte.

Redazione
Ricerca in corso...