Al Soggiorno Alpino di Macugnaga, arrivato il primo ospite positivo al Covid

Intanto la Regione ha aperto un bando per cercare altri Covid Hotel

macugnaga -

Oggi è arrivato presso il Soggiorno Alpino di Macugnaga, il primo ospite positivo Covid.
Nella stessa giornata la Regione Piemonte ha emesso un nuovo bando per la creazione di “alberghi assistiti”, ovvero strutture alberghiere con supporto socio-sanitario da riservare per pazienti risultati positivi al Covid-19 in forma asintomatica o paucisintomatica.
L’apertura di Covid hotel si sta diffondendo in tutta Italia onde riuscire a dare una risposta, adeguata, regolata da un protocollo rigido e scrupoloso, all’emergenza legata al Covid, quella delle quarantene.
Gli assegnatari dei posti, nel caso del Soggiorno Alpino, devono seguire scrupolosamente l’iter sanitario stabilito dall’Asl Vco.
Marco Bianchini, gestore del Soggiorno Alpino che sorge in località Fornarelli dice: "In strutture come la nostra si privilegiano le persone positive e autonome che, per i più svariati motivi, non possono restare presso la propria residenza e non possono neppure andare in ospedale per non aggravare ulteriormente il peso che gravita sugli ospedali".
I pazienti dei Covid hotel non hanno sintomi e quindi non necessitano di essere ricoverati in ospedale. Ma non possono fare l'isolamento a casa poiché le loro abitazioni non garantirebbero quell'isolamento dai loro conviventi necessario a interrompere la trasmissione del virus. Oppure sono persone guarite, uscite dall’ospedale che necessitano di poter effettuare la quarantena in attesa di diventare negativi al virus.

Walter Bettoni
Ricerca in corso...