Allarme Covid-19: la posizione dell'Associazione Nazionale Costruttori Edili del Vco

“Senza voler trascurare le giuste misure di prevenzione sanitaria, Ance sottolinea la necessità di incentivi stabili e di misure organiche per il comparto”

vco -

L'Associazione nazionale costruttori edili Verbano Cusio Ossola interviene sull’emergenza da virus Covid-19, sottolineando come lo stato d’allerta e l’allarmismo diffuso bloccano i cantieri in tutta Italia ed anche all’estero, con incalcolabili danni socio economici.

In proposito, il Presidente di Ance Piemonte e Valle d’Aosta Paola Malabaila ha dichiarato: “ci vogliono equilibrio e razionalità. Giusto il rispetto delle misure di prevenzione sanitaria, ma coniugandole con un ritorno alla normalità e scongiurando il panico generalizzato che sta bloccando il settore delle costruzioni in Piemonte, in Italia e in tutto il mondo e di conseguenza l’intera economia del Paese. Stiamo mettendo in campo tutti i nostri sforzi per tutelare la salute dei lavoratori, ma dal territorio le imprese ci stanno segnalando situazioni paradossali e blocchi generalizzati anche al di fuori della zona rossa e della zona gialla, di questo passo tantissime imprese rischiano di scomparire. Questo ulteriore blocco dell’attività si va ad aggiungere a 11 anni di crisi e all’assenza di misure organiche per far ripartire concretamente il settore, come chiediamo da tempo: tutti a parole dicono di voler fare qualcosa per rilanciare l’economia e l’edilizia e poi invece vengono introdotte misure che ancora una volta affliggono le imprese con maggiori oneri e adempimenti burocratici, come ad esempio l’art. 4 dell’ultimo decreto fiscale”. Su quest’ultimo punto la nostra Sezione costruttori edili definisce come insensata, burocratica e farraginosa la disposizione relativa al versamento delle ritenute fiscali operate sul reddito dei lavoratori impiegati nell’esecuzione di opere e servizi oggetto di contratti d’appalto e di subappalto, con divieto di compensazione con i propri crediti fiscali.

Il Presidente dell’Ance Piemonte Malabaila, incontrando il Presidente della Regione Piemonte AlbertoCirio insieme alle altre organizzazioni datoriali ed al sindacato dei lavoratori, rimarca come le Imprese hanno bisogno di essere supportate per fare fronte a questo ulteriore momento di difficoltà che interessa l’intera economia mondiale. Occorre dunque agire immediatamente con un “pacchetto di misure urgenti a sostegno delle imprese e dei territori più colpiti, ma anche con provvedimenti strutturali immediatamente operativi necessari per rimettere in moto il Paese, a cominciare da una grande opera di semplificazione delle procedure”.

Ance Verbano Cusio Ossola vuole fare sentire la propria voce anche sull’attuale emergenza e, senza voler trascurare le giuste misure di prevenzione sanitaria, avendo a cuore la tanto attesa ripartenza del mondo delle costruzioni e delle infrastrutture, sottolinea la necessità di incentivi stabili a livello nazionale e regionale e, più in generale, di misure organiche per il nostro comparto e di provvedimenti strutturali per una categoria di Imprese di un settore chiave dell’economia del Paese, il cui recupero fungerà da volano anche per l’intera produzione industriale".

Ricerca in corso...