Anita Hofer: "Gli spazzacamini ci hanno fatto una sorpresa, l'appuntamento è per il Raduno 2021"

Annullata la tradizionale sfilata ma organizzatori ugualmente soddisfatti

SANTA MARIA MAGGIORE -

Senza la tradizionale invasione degli spazzacamini, la prima domenica di settembre è stata una giornata davvero insolita a Santa Maria Maggiore e in tutta la Valle Vigezzo.

Ciononostante gli organizzatori sono soddisfatti per quanto si è comunque riusciti a pianificare: "E' stata quantomeno la giornata del ricordo di questo duro e antico mestiere - spiega la vice presidente dell'Associazione Nazionale Spazzacamini, Anita Hofer -. Alla mattina c'è stata la santa messa e poi ci siamo trasferiti con una piccola rappresentanza a Malesco, per l'omaggio floreale al monumento e proprio qui abbiamo avuto una gradita sorpresa: ad attenderci c'erano una quarantina di spazzacamini, una trentina dei quali tedeschi, ma anche due svizzeri e una decina di italiani di varie località. Non si erano annunciati e ritrovarli lì è stata davvero una bella sorpresa.

Anche il pomeriggio è stato molto gradito, con un momento a Villa Antonia durante il quale , Thaddäus Mussner, Rüsca  bavarese chiamato “Angelo nero”, ha conseganto  un contributo in denaro degli spazzacamini ad un bambino bisognoso della valle. Questo momento è stato accompagnato dalla musica della Bandella Vigezzo ed è stato organizzato per non dimenticare la figura del bambino spazzacamino, anima della magnifica storia del Raduno Internazionale. Ora non ci resta che sperare e poter dare a tutti l'arrivederci al 2021, con l'atteso Raduno".

Ricerca in corso...