Anzino, un successo la rievocazione storica sulla realizzazione del quadro miracoloso di S. Antonio di Padova

anzino -

Nell’ambito dei festeggiamenti dell’Anno Antoniano, che celebra i 350 dell’arrivo da Roma del quadro miracoloso di S. Antonio di Padova custodito presso il santuario di Anzino, il comitato organizzatore ha dedicato la giornata di sabato 22 giugno 2019 a una grande rievocazione storica degli eventi che portarono alla realizzazione del dipinto e al suo trasporto ad Anzino.

Lo spettacolo, dal titolo “Peregrinatio Sancti Antonii” e fortemente voluto dal parroco don Fabrizio Cammelli, è stato affidato alla realizzazione di Compagnia Dellozio, per i testi originali e la regia di Matteo Minetti; il paese di Anzino ha visto i propri cortili e le proprie strade trasformarsi nelle osterie di Roma del ‘600 gestite dagli emigrati anzinesi, nelle loro case di riunione, nella bottega del pittore di Casa Borghese che secondo la tradizione realizzò il dipinto, nel posto di blocco alla frontiera dove il quadro miracolosamente scompariva durante il trasporto ad Anzino, lasciando solo una tela bianca. Il pubblico ha potuto così rivivere gli eventi di quel lontano 1669 tra Roma e Anzino, gustando una golosa merenda preparata dai gruppi locali degli Alpini, della Milizia di Bannio, del Circolo ACLI, del Comitato Monte Scarpignano, del Gruppo Amici di Anzino, del gruppo Mateon ad l’arcon (le donne in costume tradizionale). La giornata ha visto anche lo svolgersi di una fiera presso la piazza del santuario con prodotti tipici locali. Numeroso il pubblico intervenuto (nonostante le condizioni climatiche incerte) che ha potuto seguire un percorso con scene fisse che i singoli attori hanno ripetuto più volte per consentire la visione nei diversi orari della giornata. Evidente l’apprezzamento degli interpreti Matteo Morigi, Massimiliano Perticari, Matteo Chippari, Matteo Napoletano, Laura Grosso, Chiara Valli, Alessio Cioni, Marco Gerlando Orlando, Matteo Rumoro, Siria Giraldo, accompagnati da figuranti della Valle Anzasca che si sono prestati generosamente alla manifestazione.

A conclusione della giornata alle 17.30 il grande corteo con l’arrivo del quadro miracoloso ad Anzino, con tutti gli attori e i figuranti: in chiesa grande emozione durante l’ingresso del dipinto accompagnato dal canto del tradizionale responsorio latino del Si quaeris miracula.

Alle ore 18.00 l’estrazione della lotteria di S. Antonio (numeri disponibili sulla pagina Facebook del santuario). Nella giornata di domenica concerto con l’Amadeus Kammerkor di Trecate, diretto dal M° Gianmario Cavallaro, che ha proposto un repertorio operistico a chiusura di questo intenso mese di giugno. L’anno Antoniano prosegue nei prossimi mesi con varie iniziative: per info www.santuarioanzino.it.

Ricerca in corso...