Appello di Lincio: “Dotare le Rsa di strumenti di protezione per consentire le visite ai famigliari”

“Per gli anziani la presenza dei propri cari è importante. Oggi plexiglass, scafandri e guanti consentono di abbracciare gli anziani senza neppure sfiorarli”

Verbania -

L'indispensabile ma deprecabile isolamento degli anziani ospitati dalle RSA, privati della visita dei propri familiari, fa sì che molti parenti sottolineino e richiedano che, nel rispetto delle normative sanitarie e della piena tutela delle persone coinvolte, le autorità competenti permettano sporadici incontri con i loro cari. In effetti tra gli ospiti delle RSA solo chi è pienamente cosciente può capire le ragioni dell'isolamento ma anche per costoro ciò non è sufficiente a sostituire la nostalgia del contatto con i propri cari.

Come è frequente nell'età avanzata, chi è vittima di deficit neurovegetativi di varia natura non può comprendere le circostanze di un isolamento che viene vissuto sostanzialmente come un abbandono.

Per costoro la presenza, o anche solo uno sguardo dei propri cari, permette di rassicurarli di non essere stati abbandonati e lasciati soli da chi li ama e continua ad amarli. Oggi plexiglass, scafandri e guanti consentono di abbracciare gli anziani senza neppure sfiorarli, grazie ad un contatto umano che, non permettendo la trasmissione del virus, avviene nel dovuto rispetto delle normative sanitarie.

Ritengo perciò doveroso rivolgere un caloroso appello ad Enti, Associazioni e privati cittadini perché tutti insieme possiamo dotare le RSA del nostro territorio di un numero adeguato di questi nuovi strumenti di protezione ed offrire così un grande aiuto per sconfiggere la solitudine che per molti anziani, che vanno incontro alla fine dei propri giorni, così come per i loro cari, è davvero struggente.

Il Presidente della Provincia

Presidente cabina di regia delle RSA del Vco

Arturo Lincio

Ricerca in corso...