Aumentano le risorse per le Pro loco piemontesi

TORINO -

“Non ci sono variazioni sul commercio e si è mantenuto il livello di spesa sulla cultura. Sul turismo, invece, abbiamo stabilito un aumento di 600 mila euro sulle Pro loco”. Così in sintesi l’assessore regionale alla Cultura, Turismo e al Commercio, Vittoria Poggio,  in merito all’illustrazione relativa alle sue deleghe sull’Assestamento del bilancio 2019-2021, tenuta giovedì nella seduta della prima Commissione, presieduta da Sean Sacco.

Nel dibattito sono intervenuti per la maggioranza Andrea Cane e Mauro Fava (Lega): Cane ha sottolineato l’importanza dell’impegno a favore delle Pro loco e che i  procedimenti saranno gestiti direttamente dagli uffici regionali, senza passare per l’Unpli (Unione nazionale Pro loco d’Italia). In questo modo le associazioni locali di promozione e sviluppo del territorio sentiranno la Regione Piemonte più vicina. Fava ha chiesto conferma in merito ai fondi destinati all’Unpli, ricevendo risposta positiva dall’assessore.

Il gruppo M5s è intervenuto con Francesca Frediani, Ivano Martinetti e Sarah Disabato: Frediani ha domandato se vi fosse un piano per la valorizzazione del Forte di Exilles e l’assessore ha spiegato che è stato necessario predisporlo al fine della demanializzazione del forte. Martinetti ha chiesto invece in merito a progetti specifici, vista la grande importanza che rivestono le Pro loco per il territorio. L’assessore ha spiegato che l’importante incremento di fondi è la premessa per la partenza dei bandi.

Hanno poi preso la parola numerosi consiglieri di centrosinistra: Maurizio Marello, Monica Canalis, Daniele Valle, Alberto Avetta e Raffaele Gallo del gruppo Pd, oltre a Marco Grimaldi (Lev). Valle ha chiesto delucidazioni sulla possibilità di slittamento delle attuali graduatorie dei bandi per le associazioni culturali, possibilità che è stata confermata dall’assessore. Marello ha domandato il motivo dell’incremento dei fondi alle Pro loco. L’assessore lo ha motivato con la necessità di rispondere alle numerose richieste del territorio.

Delucidazioni sulle tempistiche di pubblicazione dei bandi nei settori del commercio e del turismo, derivanti dalle risorse recuperate da FinPiemonte, sono state richieste da Gallo e Avetta. Canalis ha chiesto se fossero confermati gli iter dei bandi delle Società di mutuo soccorso e l’assessore ha risposto che si procede regolarmente senza variazioni. Grimaldi ha infine proposto un fondo rotativo per aiutare gli imprenditori nella messa in sicurezza degli spettacoli dal vivo.

Redazione
Ricerca in corso...