Bannio Anzino, ripristinati antichi sentieri verso la Valle Strona e la Val Sesia.

bannio anzino -

Si è tenuto all’alpe  Soi l’incontro conclusivo dei lavori di ristrutturazione di alcuni storici sentieri, lavori voluti e svolti da parte dei volontari del Gruppo Escursionisti Val Baranca e dell’Associazione Sentieri Ossolani di Berna (CH).
Giovanni Pozzoli, presidente degli Escursionisti Val Baranca ha detto: «Vorrei ricordare la nascita di questa meravigliosa collaborazione: Peter Krebs è arrivato a Bannio attraversando una parte delle nostre montagne e ha notato che parte dei sentieri erano ben tenuti mentre in altri settori la manutenzione era decisamente insufficiente. Pertanto è andato in Comune a chiedere informazioni sul perché di questa disparità manutentiva. Da lì è nato il contatto con noi e l’idea di collaborare per la sistemazione dei settori maggiormente bisognosi di ripristino e segnalazione».
Da parte sua il presidente di Sentieri Ossolani, Peter Krebs precisa il perché della loro Associazione: «Il tutto è nato in conseguenza del libro (Wanderregion Ossola und Simplon) che io ho dedicato ai sentieri dell’Ossola e delle zone di confine, siccome non volevo rivolgermi solo a Escursionisti Esperti (EE) ma soprattutto a coloro che in montagna vanno solo per camminare in tranquillità. Girando sulle montagne dell’Ossola ho sempre trovato posti molto belli e sentieri ben tenuti e segnati ma anche altri che c’erano solo sulle cartine mentre in realtà erano bisognosi di manutenzione. Da qui è nata l’Associazione svizzera Sentieri Ossolani ed è cominciata la nostra collaborazione con gli ossolani. Lo scorso anno e qualche giorno anche quest’anno, in Val Bognanco e poi il lavoro qui sui monti di Bannio Anzino».
È poi intervenuto Pierfranco Bofadini, sindaco di Bannio Anzino che ha voluto ringraziare personalmente il gruppo svizzero sottolineando: «I sentieri sono di gestione comunale ma i Comuni, non avendo risorse ad hoc, ripiegano sui volontari e il Gruppo Escursionisti Val Baranca annualmente interviene sulla nostra rete sentieristica che supera gli ottanta chilometri. Grazie alla vostra preziosa collaborazione ora sono stati ripristinati sentieri carichi di storia e tradizione. Avete portato la vostra esperienza, il vostro sapere, spero che questa collaborazione possa restare viva nel tempo e soprattutto mi auguro che tornerete a camminare sulle nostre montagne».

Ricerca in corso...