Berna autorizza il Ticino a prolungare le restrizioni fino al 3 maggio

La proroga va incontro anche alla preoccupazione espressa dal sindaco di Verbania

BERNA -

Berna autorizza il Ticino a prorogare le restrizioni alle attività produttive fino al 3 maggio. Restrizioni temperate dalle concessioni concordate ieri tra governo cantonale, Aiti (industriali),Ssic (costruttori edili) e Ocst (Organizzazione cristiano sociale ticinese) che hanno sottoscritto la richiesta al Consiglio federale. Concessioni che consentono l’aumento dal 50 al 60 per cento dei dipendenti in fabbrica e fino a 15 nei cantieri edili. Concessioni non condivise dall’Unia (Unione industria e artigianato) che non ha sottoscritto la richiesta inviata al governo cantonale.

Il sì di Berna è stato comunicato nella conferenza stampa pomeridiana di oggi nella capitale federale. Dal 4 maggio, questa l’intesa maturata ieri tra governo, imprenditori e parti sociali. Il Ticino si uniformerà al resto della Svizzera. La proroga delle restrizioni va incontro anche alla preoccupazione espressa dal sindaco di Verbania Silvia Marchionini nella lettera indirizzata al presidente del Consiglio di stato Christian Vitta e di quello federale Simonetta Sommaruga lunedì 20.

Ricerca in corso...