Borgomezzavalle andrà al voto in primavera, intervista al sindaco ad interim Bellotti

“ Fino al voto amministrerò il paese con la voglia di sempre: le idee ci sono, i progetti continuano e la volontà non manca”

borgomezzavalle -

La prefettura qualche giorno fa ha sciolto il consiglio comunale di Borgomezzavalle in seguito alla decadenza del sindaco Alberto Preioni, eletto in consiglio regionale. Il Comune andrà al voto nella prossima primavera. La gestione provvisoria è assicurata dall'attuale vice sindaco Stefano Bellotti. Ecco un' intervistata al vice sindaco.

Come amministrerà il paese fino al voto ?

L'Amministrerò come se fosse il primo giorno, con la stessa tenacia ed impegno a prescindere dalle prossime, ormai vicine elezioni amministrative, curerò l 'efficienza e il rendimento sotto ogni aspetto del nostro Comune, con la voglia di sempre. Le idee ci sono, i progetti continuano e la volontà non manca”.

Prospettive future?

Ci saranno novità che verranno prossimamente stilate, posso anticipare alcuni punti: sarà adottata una politica contro lo spopolamento, incentivando la residenzialità, il turismo e il lavoro. Si adotterà una linea con varie iniziative per incentivare chi vive e chi vuole lavorare in Paese. Lotteremo e agiremo per eliminare i vari livelli di marginalità socio economica tra zone montane e non, dobbiamo ripartire con nuove politiche per la montagna superando disuguaglianze e sperequazioni. Bisogna evitare la marginalizzazione e i divari sociali, economici, digitali. Saranno poi ultimati i progetti e i lavori come da programma su strade e rete idrica e manterremo le tasse comunali al minimo. Inoltre ci saranno i bonus bebè, bonus a chi apre nuove attività sul territorio, una politica volta a sensibilizzare l'utilizzo degli esercizi locali, ci sarà un un adeguamento strutturale dell'Asilo di Valle, oltre alle strutture comunali. Riqualificheremo anche le vie interne e sono in cantiere due nuovi e interessanti progetti per Borgomezzavalle”.

La fusione tra Seppiana e Viganella ha dato i frutti sperati?

Si la fusione tra l'ex comune di Seppiana e l'ex comune di Viganella nel 2016 ha dato i suoi frutti, siamo contenti, deve essere comunque garantito il mantenimento dei diritti acquisiti derivanti dalla fusione, ossia il 60% circa dei trasferimenti erariali, lo Stato infatti eroga appositi contributi straordinari per 10 anni, decorrenti dalla fusione stessa”.

Il comune di Borgomezzavalle è salito alla ribalta delle cronache nazionali e non solo, oltre che per lo specchio solare, anche per le case a un euro per combattere lo spopolamento vuol parlarcene ?

L'iniziativa case un euro sicuramente sarà presente nel programma amministrativo, c'è un grande risultato da evidenziare ovvero l'arrivo dei monaci ortodossi che riqualificheranno la località Ruginenta e costruiranno un monastero. Sono giunti in paese incuriositi dalla nostra iniziativa”.

Ricerca in corso...