Buon afflusso per la mostra sul Futurismo in corso a Domodossola

L'esposizione sarà visitabile a Palazzo San Francesco fino al 3 novembre

DOMODOSSOLA -

Fino al 3 novembre a Domodossola è possibile visitare la mostra “Balla, Boccioni, Depero. Costruire lo spazio del futuro”. L'esposizione è stata inaugurata il 22 giugno a Palazzo San Francesco. E' organizzata dal Comune di Domodossola, in partnership con la Fondazione Paola Angela Ruminelli, con il sostegno della Fondazione Comunitaria del VCO, con la collaborazione del Mart – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto e dell’Associazione Musei dell'Ossola.

La mostra è patrocinata dal Mibac – Ministero per i beni e le attività culturali e dalla Regione Piemonte, ed è ideata e curata da Antonio D’Amico. Le opere esposte sono una settantina. Il Futurismo si lega in maniera molto stretta con Domodossola. Nel 1906 vi fu il traforo del Sempione, e nel 1910 la trasvolata di Chavez partendo da queste date è stato realizzato un percorso particolare. Nel mese di agosto sono previste delle visite guidate con il curatore della mostra nei sabati 10, 17 e 24 agosto alle 18 con ingresso a 7 euro. Martedì 13 agosto alle 21.15 si terrà lo spettacolo “Lettere dal Futurismo” a cura di Oxilia Festival e visita guidata con ingresso a 5 euro. Per informazioni e prenotazioni 338-5029591.

La mostra sta andando bene – dice l'assessore alla Cultura Daniele Folino è in linea con le previsioni. Ci aspettiamo un buon afflusso di visitatori in questo mese. Abbiamo pubblicizzato l'evento in modo capillare e anche tramite la Ferrovia Vigezzina per intercettare viaggiatori che utilizzano il trenino. Inoltre abbiamo messo in atto una campagna di pubblicizzazione anche in Valle Vigezzo, dove numerosi sono i turisti, attraverso manifesti e volantini. Per settembre abbiamo già una serie di prenotazioni da parte di istituti superiori”.

 

Ricerca in corso...