Consiglio regionale, primi voti sull'omnibus

Votati due articoli su 58 e 70 emendamenti degli oltre 5.700 presentati. Grimaldi (Luv): "Inevitabile l'ostruzionismo delle opposizioni"

TORINO -

Nell’Aula di Palazzo Lascaris ha preso il via la votazione sul disegno di legge omnibus collegato al Riparti Piemonte.

Alle 19 di oggi, dopo le interrogazioni del mattino e i question time di metà giornata, il Consiglio ha votato 2 articoli su 58 e 70 emendamenti degli oltre 5.700 presentati.

Al momento non c’è ancora accordo tra maggioranza e opposizione sui punti nodali del provvedimento, pertanto rimangono convocate le sedute di giovedì 25 e venerdì 26 giugno.

Per contrastare questa deriva senza precedenti, il ‘Riparti slot’ e lo ‘Spara tutto’ - ha spiegato il consigliere di Liberi e Uguali, Marco Grimaldile opposizioni hanno depositato 5.700 emendamenti perché altro non potevamo fare. Lega e soci prima hanno saltato la discussione del disegno di legge nella Commissione competente richiamando il testo in aula, poi hanno contingentato i tempi del dibattito e, con un’interpretazione senza precedenti del regolamento, ci hanno cancellato la presentazione di nuovi emendamenti. Non felici, dopo aver promesso a noi, e al milione di piemontesi che rappresentiamo, di ritirare buona parte delle loro proposte, a partire dall’emendamento che compromette la legge più avanzata in Italia sul contrasto all’azzardopatia, la maggioranza si rimangia la parola data e, grazie alla tagliola, ci impedirà di votare centinaia e centinaia di emendamenti. Cirio, la Lega e soci valgono quanto la loro parola".

Ricerca in corso...