Cresce il disagio: quasi 3 mila le persone assistite dal Ciss Ossola

Il quadro emerge dal dossier stilato in occasione della Giornata della trasparenza

DOMODOSSOLA -

Sono 2724 le persone 'seguite' dal Ciss Ossola. Minori, famiglie, immigrati, anziani e adulti in difficoltà, disabili. A queste vanno aggiunte altre 200 persone che il Ciss sta seguendo per quanto riguarda l’emissione del reddito di cittadinanza.

È una fotografia dell’impegno del Consorzio Servizi Sociali dell’Ossola. Il quadro, relativo al 2018, emerge dal dossier stilato in occasione della Giornata della trasparenza. Un 'lavoro' al quale l’ente consortile fa fronte nonostante le difficoltà che inizialmente e inevitabilmente erano sorte dopo l’uscita di 4 comuni (Mergozzo, Ornavasso, Vogogna e Pieve Vergonte) migrati verso il Verbano.

Il Ciss Ossola, inoltre, opera anche nell’ambito del Centro antiviolenza Vco, nato per prevenire e contrastare il fenomeno della violenza sulla donne nel nostro territorio. Nel 2018 sono state 158 le donne che si sono rivolte al Centro antiviolenza: 104 delle quali hanno chiesto aiuto per la prima volta. In maggior parte si tratta di persone di età compresa tra i 30 ed i 59 anni, altre 6 di età inferiore ai 20 anni e 10 con età superiore ai 60 anni. Di queste, 103 avevano figli minorenni: 163 i minori coinvolti e presenti nelle difficili e violente situazioni famigliari. Violenza che è per la maggior parte dei casi è fisica e psicologica.

Ricerca in corso...