Curotti, Longo Dorni: “Per programmare l'attività cerchiamo di intuire di che colore sarà la Regione"

“Speriamo che il Piemonte sia 'giallo', potremo aprire la pista d'atletica e potrebbero allenarsi le squadre di calcio giovanili”

domodososla -

"La speranza è che arrivi presto l'azzurro, nel frattempo cerchiamo di intuire che colore che saremo a livello regionale dopo il 15 per programmare la nostra attività". Marco Longo Dorni, gestore del centro sportivo del Curotti e presidente del comitato provinciale del Csi, attende di conoscere le nuove disposizioni.

"Visto che per ovvi motivi le restrizioni continueranno, speriamo quanto meno che la Regione Piemonte sia di colore giallo. Il che consentirebbe -cosi Longo Dorni- di aprire la pista d'atletica del Curotti e parallelamente potrebbero allenarsi, nel rispetto dei protocolli, anche le squadre di calcio giovanili. Mentre per palestra e piscina, ahinoi, mi sa che i tempi sono ancora lunghi: prima di febbraio difficile che cambi qualcosa".

Il Csi invece, visto che i campionati di calcio a 5, 7 e di volley sono di interesse regionale, ha un quadro meno fosco. " In teoria gli allenamenti potrebbero già svolgersi, ma all'aperto, a gennaio, senza usufruire degli spogliatoi, diventa impossibile fare attività sportiva. Noi non siamo rimasti fermi: abbiamo promosso un corso di cinque ore per formare responsabili covid di ogni società. La nostra speranza è che si possano utilizzare negli spogliatoi e saranno proprio i responsabili covid a vigiliare affinchè le procedure vengano rispettate. I campionati di volley, che non sono mai cominciati, vorremmo farli partire a metà febbraio, cosi come il calcio a 5. Ultimo week end di febbraio invece per il calcio a 7” conclude Longo Dorni.

Ricerca in corso...