Da 477 a 523 soci, gode di ottima salute la Soms di Domodossola

Soddisfazione per il presidente Vespa e tutto il consiglio di amministrazione

DOMODOSSOLA -

Tanto impegno e alla fine si vedono i frutti. Sale e supera di gran lunga quota 500 il numero degli iscritti alla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Domodossola. I soci passano infatti dai 477 del 2019 ai 523 del 2020, "superando di gran lunga - spiega con soddisfazione il presidente RiccardoVespa - le più rosee aspettative".

Ed è tempo di bilanci per l'Operaia, i cui soci si sono riuniti in assemblea nei giorni scorsi.

Pubblichiamo, di seguito, la relazione del presidente Vespa.

 

Relazione Assemblea Soms del 27/06/2020

Sabato 27 giugno presso la sede della Soms di Domodossola si è tenuta l’annuale Assemblea dei soci.

Il Presidente ha illustrato nella sua relazione i risultati ottenuti dal Sodalizio nel corso dell’anno 2019, che ha rappresentato una ulteriore e continua evoluzione di quel percorso che il CdA aveva tracciato ad incominciare dal 2015, in occasione del 160° di fondazione.

La relazione presentata l’anno scorso evidenziava come il 2018 si fosse chiuso con 477 soci che, nel corso del 2019, sono arrivati a 523 iscritti superando di gran lunga la più rosea delle aspettative.

Ormai da un paio di anni abbiamo iniziato un lavoro teso a rendere l’iscrizione alla Soms un atto consapevole di ciò che siamo e di ciò che vogliamo fare e non più un’adesione per amicizia o mero interesse in caso di necessità. Ci rendiamo conto però che il cammino sarà lungo e difficoltoso, infatti ancora oggi assistiamo, purtroppo, a troppe iscrizioni meramente utilitaristiche, al solo scopo di ottenere un vantaggio legato al bisogno del momento e null’altro.

Questo aspetto sarà prossimamente fonte di una approfondita riflessione ed analisi per trovare le giuste correzioni tese a migliorare i rapporti dei Soci con il proprio Sodalizio, anche a costo di sacrificare un buon numero di iscrizioni che però non rappresentano, alla luce dei fatti, quel valore aggiunto su cui la Soms si fonda e che ne rappresenta la spina dorsale.

Ultimamente abbiamo iniziato a trovare un nuovo assetto che ci permetterà di irrobustire il nostro livello organizzativo. Da pochi mesi abbiamo un nuovo Vice presidente nella persona di Giovanni Germanà, in sostituzione del consigliere Dino Citton che andrà ad implementare il gruppo di volontari che seguono il magazzino ausili sanitari.

E’ stato effettuato un avvicendamento anche nella segreteria, infatti la nostra tesoriera Teresa Curcio inizierà a seguire l’importante settore delle Convenzioni commerciali e verrà sostituita dalla nuova segretaria Ornella Petrulli che, forte della sua esperienza pluriennale di contabile, darà un grande impulso e contributo alla gestione economica ed organizzativa dell’Associazione.”

Il Presidente ha poi ricordato tutti i corsi e gli eventi presentati nel 2019, invitando a consultare l’elenco completo sul sito www.somsdomo.it, per rendersi conto della complessità organizzativa e del grande lavoro che è stato necessario per proporre un calendario di manifestazioni di ottimo livello.

Anche il 2020 è iniziato sotto i migliori auspici e con grande ottimismo, ma purtroppo l’insorgere della pandemia ha bloccato tutte le attività del Sodalizio, evidenziando alcune debolezze legate all’offerta mutualistica.  Infatti negli ultimi anni è stata data grande rilevanza alla nascita di un polo culturale intorno alla rinnovata sala “Spazio Contemporaneo”, con l’organizzazione di numerosi eventi di buon livello molto apprezzati dai nostri concittadini, a discapito della Mutualità che è comunque sempre stata presente ma, viste le mutate priorità, occorre ripensare.

Abbiamo già iniziato a riorganizzare il magazzino ausili sanitari, individuando come responsabile la consigliera Maria Grazia Bergamasco, che si occuperà anche delle convenzioni di carattere medico che già abbiamo e che auspichiamo di implementare.

Abbiamo iniziato a vagliare alcune proposte assicurative presentateci da Casse Mutue legate al mondo delle Società Operaie da proporre ai nostri associati, oltre a riprendere i contatti con Auser Domodossola per stipulare un accordo di collaborazione volto a consentire ai nostri soci di poter accedere al servizio trasporto verso le strutture ospedaliere del V.C.O.  

La neonata collaborazione con la UICI (Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti) che, causa Coronavirus, si è subito bruscamente interrotta, verrà ripresa in autunno e contiamo di poter condividere con loro le iniziative che vorranno intraprendere.

Un altro aspetto molto importante a cui stiamo dando grande impulso grazie ai nostri volontari, sono i lavori di manutenzione che coinvolgono l’intera struttura della sede sociale.”

Al termine della relazione sono stati approvati il bilancio consuntivo 2019 e preventivo 2020.

                                                                                                                     

Ricerca in corso...