Dall'Urbe ai monti La devozione a Sant'Antonio di Padova, da Roma ad Anzino

bannio anzino -

Si terrà ad Anzino il Convegno di studi storico, artistico, devozionali nel 350° del Santuario.

L’incontro, organizzato dalla Parrocchia di San Bernardo in collaborazione con il Santuario di Sant’Antonio e l’Istituto Pubblico di Anzino si terrà nei giorni 6-7-8 settembre.
Questo l’impegnativo programma:

Venerdì 6
Ore 21.00, nel salone dell’ex-asilo, Mattia Frisa, presidente Istituto Pubblico di Anzino aprirà i lavori del Convegno presentando: Riscoprendo Anzino.
Saranno poi Fiorella Mattioli Carcano - Vittorio Grassi - Franco Dessilani e Damiano Pomi che presenteranno: “Sant’Antonio nella diocesi di Novara – Storia, arte e devozione nella diocesi gaudenziana”

Sabato 7
Ore 9.00 presso il salone dell’Istituto Pubblico di Anzino, sarà don Fabrizio Cammelli, parroco di Anzino
illustrerà “Le motivazioni di un Convegno”.
Alle ore 10.00 – Anzino nella storia:
Enrico Rizzi presenterà: “Le origini di Anzino, dai più antichi documenti storici”.
Stefano Della Sala illustrerà: “La chiesa di Anzino, da San Bernardo a Sant’Antonio – storia, arte e architettura”.
Giulia Fassio relazionerà “Comunità, mutualità ed appartenenza: uno sguardo antropologico a partire dal caso dell’Istituto Pubblico di Anzino”.
Cesare Silva parlerà de “Gli anzinesi a Roma tra emigrazione e fortuna. L’organizzazione, il lavoro e le vicende di una comunità”.
Alle ore 14.30 il Convegno riprenderà presso la sala dell’ex-asilo dove si tratterà: “Un’opera d’arte all’origine della devozione”
Damiano Pomi presenterà: “Il quadro di Sant’Antonio: iconografia e arte, da Roma ad Anzino”.
Barbara Aniello illustrerà “I Santi del Giglio: valore simbolico di un fiore nell’arte e nell’agiografia”.
Alle ore 16.30 sarà analizzato “Da Roma ad Anzino: segni di devozione”
Flavia Fiori illustrerà “I tessili anzinesi, un tesoro proveniente dalla città eterna”.
Giovanna Baldissin Molli presenterà “Capolavori di oreficeria romana ad Anzino”.
Leonardo Italia parlerà de “la Via Crucis di Anzino, un bene in corso di recupero e valorizzazione”.
Ester Bucchi de Giuli commenterà “Tullio Bertamini e Anzino, un libro mai scritto… Uno storico locale, il suo lavoro di ricerca sulla Valle Anzasca”.
Alle ore 21.00 presso il Santuario di Sant’Antonio: “Musica per il Santo” - Convivium Rinascimentale del Sacro Monte Calvario.

Domenica 8
Ore 9.00, in Santuario, S. Messa.
Ore 10.00, presso la sala dell’ex-asilo, riprenderanno i lavori con “Sant’Antonio tra storia e devozione”.
Luciano Bertazzo parlerà di “Fernando da Lisbona – Antonio di Padova: tra storia e devozione popolare”.
Giancarlo Andenna presenterà: “Il rilancio del culto del Santo nel pieno seicento ad opera di Fra Diego Tafuri da Lecce”.
Donatella Schmidt illustrerà “Il Santo dei miracoli, il pane di Sant’Antonio: i punti di forza della devozione popolare antoniana”.
Alle ore 14.30, ancora presso la sala dell’ex-asilo, ripresa del Convegno: “Antonio, un Santo in cammino”.
L’Associazione Cammini Antoniani presenterà: “I cammini di Sant’Antonio, ieri e oggi - Dai pellegrinaggi al trekking: tra storia, devozione e natura”.
Giorgio Salina commenterà: “Di Valle in Valle, sulle orme degli avi. Pellegrinaggi tra la Valsesia, la Val Strona e Anzino”.
Carmen e Augusta Tosi illustreranno: “In cammino verso Sant’Antonio: testimonianze e racconti dei pellegrini di oggi”.
Paolo Milani spiegherà: “I tredici giri, un rito singolare: dai culti pre-cristiani alle usanze religiose”.
Alle ore 16.30 si proseguirà con: “Una testimonianza che continua”
Mario Perotti presenterà “Don Severino Cantonetti, a cent’anni dalla nascita: sacerdote anzinese a servizio della valle Anzasca – Una vita spesa nella memoria di don Giuseppe Rossi”.
Giancarlo Paris ricorderà “Padre Olindo Maria Baldassa, un amico di Anzino nel nome di Sant’Antonio”.
Alessandro Quaroni presenterà: “Da Anzino al mondo: Pietro Quaroni e le sue origini anzinesi, nel 120° della nascita”.
Il Convegno di Anzino avrà poi una appendice romana che si terrà mercoledì 13 novembre presso l’Istituto Portoghese di Sant’Antonio in Roma, via dei portoghesi 2.

Ricerca in corso...