Diffusione del lupo sulle Alpi, l'Unione Montana Valle Vigezzo si schiera a fianco degli allevatori

Appello alla politica e alle istituzioni per una maggiore tutela delle attività agricole e dell'allevamento in montagna

SANTA MARIA MAGGIORE -

Sul ritorno del lupo sulle Alpi l'Unione Montana Valle Vigezzo si schiera a fianco degli allevatori. E lo fa lanciando un appello alla politica e alle istituzioni per richidere azioni a tutela della attività agricole e dell'allevamento in montagna.

"La rinaturalizzazione dell'ambiente montano - scrive il sindaco di Craveggia e presidente dell'Unione, Paolo Giovanola anche a nome dei colleghi sindaci dei Comuni di Re, Santa Maria Maggiore, Toceno e Villette - ha prodotto il ritorno della specie lupo nel territorio alpino. Il fenomeno, all'attenzione del mondo protezionistico, sta ponendo in serio allarme un settore che vanta aziende di qualità che portano bestiame in alpeggio, in particolare nella stagione estiva, anche a quote elevate. 
La Valle Vigezzo, parimenti alle consorelle valli ossolane, sta subendo da tempo atti di aggressione e predazione da parte del lupo, in prima battuta ad ovini e caprini, ma oggi anche a bovini. 
La tensione la preoccupazione dei conduttori del bestiame sta raggiungendo livelli molto alti in termini di protesta, che giunge anche a far anticipare la discesa a Valle per timori personali e per il rischio di ulteriori aggressioni. 
Gli episodi stanno ormai aumentando in misura considerevole, senza che per il momento si intraveda una possibile soluzione che affronti non solo il tema rimborsi (certamente importante),ma soprattutto il come approcciarsi in termini di: verifica se trattasi di lupo o di ibrido e/o possibilità di intervento selettivo pur trattandosi di specie protetta. In sostanza occorre definire in tempi brevi le azioni da intraprendere nell'interesse della vita dell'uomo in montagna, oggi ultimo baluardo in grado di mantenere il paesaggio culturale da lui creato diversamente destinato irrimediabilmente a diventare in ogni dove una wilderness di ritorno. 
Con la presente si richiede pertanto ai parlamentari del territorio, alla Regione Piemonte, alla Provincia del VC0 di sostenerci nell'adottare ogni azione volta a tutelare principalmente l'uomo e le sue attività agricole e di allevamento in montagna
". 
 

Ricerca in corso...