Disdetta di locazione nei riguardi di inquilini morosi di alloggi di edilizia popolare: le precisazioni dell'Assessore

L'assessore Ferraris: in alcuni casi, si tratta di inquilini che pur essendo in grado di pagare il modesto canone, non lo fanno, a discapito di chi, bisognoso ed onesto, non ha ancora un alloggio

DOMODOSSOLA -

Il Comune di Domodossola, su richiesta dell’Agenzia Territoriale per la Casa, è tenuto a procedere nei termini di cui alla vigente normativa (art 15 Regolamento Regionale 2011/12 R.,Legge Regionale 3/2010 e relativi regolamenti attuativi) alla pronuncia di decadenza a carico degli occupanti gli alloggi popolari che non hanno ottemperato a sanare la morosità entro il termine loro assegnato dall’A.T.C.

Una volta pronunciata la decadenza si dovrà necessariamente dare seguito all’esecuzione per il rilascio dell’immobile.

Va evidenziato che non si tratta di casi isolati ma di una molteplicità di situazioni. E’ opportuno rimarcare che il Comune è tenuto a procedere alle disdette di locazione per non pagare esso stesso, in luogo dei morosi colpevoli, i canoni arretrati: situazione assolutamente non sostenibile sia per evidenti ragioni di bilancio che per motivi di carattere etico. Si sottolinea infatti che, in alcuni casi, si tratta di inquilini che pur essendo in grado di pagare il modesto canone, non lo fanno; e ciò a discapito di chi, bisognoso ed onesto, non ha ancora un alloggio.

Avv. Antonella Ferraris

Assessore alla Coesione Sociale del Comune di Domodossola

Ricerca in corso...