Domenica surreale a Santa Maria Maggiore, dopo 38 anni orfana del Raduno Internazionale dello Spazzaccamino

Ossolanews vuole condividere coi lettori alcuni dei momenti più significativi delle passate edizioni di questa importante manifestazione

SANTA MARIA MAGGIORE -

Nessuna sfilata tra due ali di folla, nessun bambino in trepida attesa per il passaggio del corteo, pronto ad tendere la mano per ricevere dai rusca, gadget e caramelle. Questa prima domenica di settembre si annuncia in un clima surreale in Valle Vigezzo, con Santa Maria Maggiore orfana del consueto tripudio per la tradizionale festa degli Spazzacamini. Già ad aprile, nel pieno del lockdown legato alla pandemia da Coronavirus, l'Associazione Nazionale Spazzacamini aveva a malincuore comunicato la cancellazione dell'edizione 2020 dell'evento, la 39esima della sua storia. Allora, cinque mesi fa, era stata accompagnata da vena di tristezza ma i problemi del Covid avevano alla fine reso tutto più comprensibile. Ora però, che il grande giorno è arrivato, l'assenza della tradizionale sfilata rende, col passare dei minuti, il clima davvero sempre più surreale. Gli organizzatori hanno comunque voluto confermare alcuni momenti legati all'evento e alla memoria di questo duro mestiere. Alle 9.30, nella Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Maggiore, verrà celebrata una Santa Messa. Al temine, alle 11, davanti al Monumento allo Spazzacamino di Malesco, è confermato il tradizionale e sentitissimo omaggio floreale portato dai piccoli Rusca. Alle 16.00 al Museo dello Spazzacamino di Santa Maria Maggiore, Thaddaus Mussner, spazzacamino bavarese chiamato "Angelo nero", come ogni anno consegnerà un contributo in denaro degli spazzacamini ad un bambino della Valle Vigezzo. Questo momento sarà accompagnato dalla musica della Bandella Vigezzo ed è organizzato per non dimenticare la figura del bambino spazzacamino, anima della magnifica storia del Raduno Internazionale. Infine per tutta la giornata di domenica 6 settembre, all'esterno del Museo dello Spazzacamino, grandi e piccini potranno approfittare di alcune figure di spazzacamino con cui realizzare simpatici selfie.

Piccoli momenti celebrativi, per non lasciare passare senza un segno tangibile questa giornata di festa, di ricordo e di fratellanza tra i popoli. In attesa che la Valle Vigezzo possa nuovamente ospitare il suo Raduno (l'evento sicuramente più sentito e partecipato tra quelli organizzati nella Valle dei Pittori, in grado di richiamare migliaia di visitatori da ogni parte del Mondo) Ossolanews vuole condividere coi suoi lettori alcuni dei momenti più significativi delle passate edizioni di questa importante manifestazione.

 

Ricerca in corso...