Domenico Delbarba e Antonio Bovo stanno percorrendo il “Cammino Minerario di Santa Barbara”

Iglesias -

Gli instancabili pellegrini di Piedimulera, Domenico Delbarba, 85 anni e Antonio Bovo, 71 anni sono nuovamente in Sardegna, qui ripercorreranno il “Cammino Minerario di Santa Barbara”.
Domenico e Antonio, sono giunti a Iglesias nella giornata di sabato 4 maggio e, ultimati i preparativi, controllato il meteo, domenica hanno iniziato la loro “passeggiata”.

Raggiunto telefonicamente Antonio Bovo ha detto: «Siamo voluti ritornare in Sardegna per ripercorrere il “Cammino Minerario di Santa Barbara” sollecitati anche dall’amico Gianpiero Pinna, anima di questo stupendo quanto impegnativo tracciato. Dopo la calorosa accoglienza di Iglesias abbiamo ritirato la “credenziale” al Santuario della “Madonna del Buon Cammino” e, zaino in spalla, siamo partiti accolti da un tempo incerto, senza pioggia ma con forte e freddo vento di maestrale».

Il “Cammino Minerario di Santa Barbara” è un itinerario storico, culturale, ambientale e religioso caratterizzato dalla presenza costante di chiese dedicate al culto di Santa Barbara, la patrona dei minatori.Si snoda interamente nel Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna, lungo gli antichi cammini minerari del Sulcis Inglesiente  Guspinese. L’intero anello misura 400 km che sono stati suddivisi in 24 tappe. Giuseppe Pinna, promotore del “Cammino” precisa: «Si cammina sulla terra più antica d’Italia. Attraverso ottomila anni di storia. Lungo un itinerario tra mare, monti e miniere. Un tracciato punteggiato dalle testimonianze della millenaria epopea mineraria della Sardegna».

La considerazione finale la suggerisce Antonio Bovo: «L’allenamento l’abbiamo messo a punto sui sentieri e lungo le strade dell’Ossola e il “giovanotto” che viaggia con me ha proposto: le 24 tappe le riduciamo a 19/20 poiché ce ne sono di quelle troppo corte!».


 

Ricerca in corso...