Due lupi ripresi da un escursionista in valle Anzasca VIDEO

Il legislatore deve trovare una strada in grado di garantire la sopravvivenza economica dei pastori

valle anzasca -

Due lupi sono stati ripresi da un escursionista sui monti di Bannio al confine con la Valsesia. L' agilità, l'eleganza e la forza dei due predatori stride e si contrappone alla loro aggressività. I recenti episodi di Macugnaga e quello ancora più grave di Carcoforo restano a sottolineare una situazione tutta da analizzare e rimodulare.

Il lupo ha pieno diritto esistenziale e di vertice della catena alimentare animale ma gli allevatori hanno diritto a tutela, protezione e risarcimento.
Il lupo è protetto a livello nazionale ed internazionale ora il legislatore deve trovare una strada in grado di garantire la sopravvivenza economica dei pastori che popolano e fanno vivere le montagne con rimborsi certi e rapidi, svincolati da lungaggini burocratiche.
L' Unione Europea investe annualmente milioni di euro per studiare e proteggere il lupo e la sua ricolonizzazione sulle Alpi, sarebbe ora che si pensasse e si intervenisse seriamente anche a favore delle greggi, mandrie a tutela di un antico mestiere che ha pieno titolo e diritto di poter continuare.

E i maremmani non possono essere l'unica soluzione.

Ricerca in corso...