Due sacerdoti brasiliani a Montescheno per raccogliere testimonianze, foto e lettere sul missionario Mario Tori

Don Lorenzo, nato a Montescheno, morì nel 1973 in un incidente nel Nordest del Brasile

MONTESCHENO -

Due sacerdoti brasiliani padre Luciano Aguiar Pereira e padre Luis Tiburcio saranno sabato 19 a Montescheno per raccogliere testimonianze, fotografie e lettere sul missionario Mario Tori che in Brasile fu chiamato con il secondo nome "Lorenzo" per distinguerlo dall'omonimo compagno di missione dom Mario Zanetta originario di Borgomanero. Don Lorenzo nato a Montescheno nel 1936 morì nel 1973 in un incidente a Paulo Afonso nel Sertào grande deserto zona semiarida del Nordest del Brasile, Don Mario Zanetta, nato nel 1938 a Borgomanero, raccolse così il suo esempio continuando nel suo impegno sociale, materiale e spirituale e morì il 13 novembre 1998.

Nel mese di marzo di quest'anno – spiega il nipote di don Lorenzo Tori, Adriano Toriin Brasile è stato fondato l'Istituto dom Mario Zanetta e don Lorenzo Tori che ricorda i due missionari. I due preti brasiliani sono in Italia per conoscere i luoghi natii dei due missionari e per raccogliere lettere, foto e testimonianze che li riguardano”. I Padri Tiburcio e Pereira terranno poi alle 20.45 un incontro dal titolo 'Voci dal Brasile' a Montescheno nella casa Mamma Cesira ex casa parrocchiale. Parleranno della loro esperienza e di problemi ambientali e sociali. “Sarà una bella occasione -spiegano gli organizzatori - per conoscere meglio proprio nel mese missionario anche la figura di questi due missionari che sono stati sempre al fianco dei poveri e dei piccoli ”.

Ricerca in corso...