E' partita dal Vco l'indagine che ha portato alla scoperta della maxievasione da 57milioni di euro

DOMODOSSOLA -

E' partita dal Verbano Cusio Ossola l'operazione che ha visto la Dogana scoprire un'evasione Iva di oltre 57 milioni di euro. Il lavoro certosino condotto della Dogana del Vco, che ha permesso di sottoporre a verifica un'azienda che opera nel settore della telefonia mobile e dei prodotti informatici, azienda che avrebbe emesso ''corpose'' fatture per operazioni inesistenti.

Si tratta di una società che ha sede nel Torinese, ma che lavora con diversi Stati europei e che quindi era soggetta alla verifiche dalla Dogana del Vco che ha competenza sulle spedizioni internazionali. Una volta accertata l'evasione – l'operazione è stata laboriosa ed era iniziata nel 2013 - , la Dogana del Vco ha interessato gli uffici della Dogana di Torino assieme ai quali sono ha proseguito, in collaborazione, gli accertamenti che hanno portato a sanzioni per 104 milioni di euro. Ora, il dossier dovrebbe passare alle Fiamme Gialle per quanto riguarda l'aspetto penale della vicenda.

Renato Balducci
Ricerca in corso...