Fondi unioni:  ok Alta Ossola e Valli Ossolane, Vigezzo e Media Ossola al palo

DOMODOSSOLA -

Saranno le Unioni Montane Alta Ossola e Valli dell'Ossola le due beneficiarie dei fondi statali e regionali per il sostegno all'associazionismo comunale, mentre Vigezzo e Media Ossola (che mette insieme Beura Cardezza, Pallanzeno e Trontano) non avranno fondi.
È' questo l'esito del bando con il quale la Regione Piemonte ha assegnato a 79 enti beneficiari 4.7 milioni, la metà dei quali stanziati dallo Stato e l'altra parte con fondi regionali. La Regione ha utilizzato una griglia di parametri (peso delle funzioni, comuni componenti, presenza comuni non obbligati, popolazione) sulla base della quale in Alta Ossola arriveranno 75.000 € e alle Valli dell'Ossola 35.000 €, mentre le altre due Unioni Ossolanie(con i relativi comuni) resteranno a bocca asciutta.
Singolare il caso della Valle Antrona, dove dei tre comuni uno (Borgomezzavalle) è oggetto di contributi diretti essendo nato da fusione, uno (Montescheno) è beneficiario indiretto facendo parte dell'Unione Montana Valli dell'Ossola e uno (Antrona) non avrà fondi perché escluso dalle forme associative previste dalla legge.
Il vicepresidente della Regione Piemonte, Aldo Reschigna, ha sottolineato come "emerge un aumento del numero delle Unioni beneficiarie e anche il numero delle funzioni delegate dai Comuni alle Unioni, un processo positivo che intendiamo sostenere e incoraggiare anche in questo 2017".
Considerato che proprio la divisione in più Unioni è stato uno dei motivi di più grande tensione politica in Ossola in questi mesi, c'è da scommettere che questo esito riaccenderà il dibattito.
Per la cronaca, nel Vco gli altri beneficiari dei fondi sono l'Unione Val Grande e Mergozzo (50.000 €), l'Unione Arizzano, Premeno, Vignone (26.666,67 €) l'Unione Comuni del Cusio (25.000 €), Unione Montana Val Strona e Quarne (55.000 €), Unione Montana Lago Maggiore (100.000 €).

Redazione on line
Ricerca in corso...