Giorgio Airaudo alla guida della Fiom piemontese

Alla Fabbrica delle 'E' del Gruppo Abele l'assemblea per l'elezione del nuovo segretario regionale

TORINO -

E' fissato per domani mattina alle 10.30 alla Fabbrica delle "E" del Gruppo Abele il passaggio di consegne alla guida della Fiom Piemonte: arriva infatti a conclusione il percorso sindacale di Vittorio De Martino, da 7 anni nel ruolo di segretario regionale, ma che vanta una militanza tra le fila dei metalmeccanici Cgil dalla fine degli anni Settanta, dove ha iniziato presso la storica fabbrica dell'indotto Fiat della Bertone.

Complice quota 100, De Martino passa il testimone dopo un lungo percorso che lo ha visto anche segretario della Fiom quinta lega Mirafiori e per anni funzionario di molte delicate vertenze dei metalmeccanici, compresa la storia delicatissima della De Tomaso (ma non solo).

Domani lascerà la direzione della Fiom avendo raggiunto l’età pensionabile e il testimone passerà nelle mani di Giorgio Airaudo, già segretario torinese della Fiom Cgil e con un passato recente nel mondo della politica, essendo stato eletto come deputato tra le fila di Sel, come indipendente.

Parteciperanno ai lavori di domani mattina Massimo Pozzi, segretario Cgil Piemonte e Francesca Re David, segretaria nazionale Fiom Cgil.

Dal corrispondente a Torino
Ricerca in corso...