Il Rifugio Zamboni ha chiuso i battenti – Ultimi week-end per la Seggiovia Pecetto-Burki-Belvedere

macugnaga -

La neve era già scesa lì sull’uscio del rifugio poi c’era stata quella calda coda d’estate con giornate limpide ma l’arrivo dei primi freddi porta dritto alla stagione dai mille colori ma anche alla chiusura del Rifugio Zamboni all’alpe Pedriola.
Tania comunica: «Il Rifugio Zamboni chiude per la stagione invernale e quest'anno, abbiamo pensato di salutarvi con il ricordo di una splendida giornata di sole!
In questa seconda metà di settembre le temperature sono ormai scese. La prima neve è già caduta e qui nei pressi del Rifugio, si sente già il leggero russare delle marmotte andate in letargo… è tempo di tornare al piano.
Ciao e Grazie a Tutti! La Pedriola vi ringrazia per aver camminato sui suoi sentieri. Per aver ammirato il ghiacciaio e le montagne. Il Rifugio Zamboni per essere passati a godere della sua ospitalità, delle sue chiacchiere e della sua cucina italo-nepalese. Ci rivedremo in primavera!
Invito coloro che passeranno da quassù durante l'inverno a condividere le immagini del Rifugio e dell'Alpeggio ricoperti da una candida coltre bianca».
Tania, Danilo e il loro Staff hanno chiuso i battenti e, zaino in spalla, hanno preso la via che li riporta a valle.
La parete est del Monte Rosa resta lì nel suo mondo ovattato e silenzioso infranto solo da qualche fragoroso crollo di ghiaccio e rocce.
Per gli escursionisti che saliranno ad ammirare il foliage d’alta quota restano aperti la seggiovia (sabato e domenica 8.30 – 17.00) fino a fine settembre e il bar ristorante “Rifugio Ghiacciai del Rosa” dove Mirko e Stefy aspetteranno la prima copiosa nevicata.

Walter Bettoni
Ricerca in corso...