Il sindaco Monti resta ai domiciliari

Respinta la richiesta al Tribunale del Riesame

PREMOSELLO CHIOVENDA -

Giuseppe Monti rimane agli arresti domiciliari. I giudici del tribunale del Riesame di Torino hanno confermato la misura cautelare emessa nei confronti del sindaco di Premosello Chiovenda un mese fa. I suoi avvocati, Marisa Zariani e Marco Ferrero, avevano chiesto la revoca delle misure cautelari. A Monti sono stati contestati i reati di falso in atto pubblico. L'indagine che ha portato all'arresto del sindaco Monti riguarda l’ultimo periodo di gestione della RSA e sul mai entrato in funzione reparto Covid. Le indagini riguardano la proroga alla Kcs Caregiver per 6 anni della gestione dei servizi alla Riss di Premosello. Una proroga deliberata da Monti a fronte di una donazione dalla Kcs di 240mila euro per realizzare il reparto Covid all'ex ospedale del paese. Reparto mai aperto non essendo mai arrivate le autorizzazioni necessarie dalla Regione.

A segnalare la proroga alla cooperativa all'Anac era stato Massimo Macchi, consigliere di minoranza. Monti rimane comunque sospeso per la Legge Severino dalla carica di primo cittadino.

Redazione
Ricerca in corso...