Istituto zooprofilattico, Icardi: "Ottima l’assunzione di 50 giovani ricercatori per la sanità veterinaria"

Via libera dell’assessore regionale alla Sanità del Piemonte alla riorganizzazione dell’Istituto

TORINO -

Il piano approvato dall’Assessorato prevede l’istituzione di una nuova struttura interamente dedicata alla ricerca, la quale consentirà in breve tempo di dotare l’Istituto di una equipe di circa 50 ricercatori impegnati sui temi di maggiore attualità sanitaria e veterinaria, quali ad esempio le neuroscienze, la nutrizione e le contraffazioni alimentari.L’assessore ha espresso la propria soddisfazione per l’assunzione in tempi record dei primi 21 ricercatori, selezionati tra le borse di studio già attive presso l’Ente, a cui si aggiungeranno a breve altre 10 nuove assunzioni. Entro la fine dell’anno è previsto il completamento dell’organico, con oltre 40 addetti impegnati in attività di ricerca e appartenenti a diverse discipline scientifiche: veterinari, biologi, chimici e tecnici di laboratorio biomedico. “L’Istituto Zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta -osserva l’assessore Icardi- svolge un ruolo fondamentale per la salvaguardia della salute umana e il rafforzamento della sicurezza alimentare ed è un’eccellenza del nostro Sistema sanitario. Sono grato al direttore Angelo Ferrari e al Consiglio di amministrazione per aver centrato in breve tempo l’ambizioso obiettivo di potenziare l’azione dell’Istituto attraverso questo nuova squadra di giovani ricercatori”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

C.S.
Ricerca in corso...