Istruzione, Montani (Lega): “Azzolina ha scontentato tutti, si dimetta”

"La ministra non dà certezze, la scuola deve tornare in primo piano"

Roma -

“La ministra Azzolina ha scontentato tutti: si dimetta. Non è stata in grado di offrire certezze a studenti, famiglie, insegnanti e dirigenti. E’ l’ora che il Governo investa sulla scuola e le prime indicazioni sul nuovo anno lasciano perplessi in molti”. A dichiararlo è il senatore della Lega Enrico Montani, che punta il dito contro le linee guida del ministro dell’Istruzione grillino sulla riapertura.

“Parlano i fatti – dice Montani – la Azzolina non è assolutamente in grado di amministrare le scuole italiane. La gestione dell’emergenza da Covid-19 non è stata certamente facile, ma l’esponente del Governo Conte ha dimostrato tutti i suoi limiti e non possiamo permetterci che riemergano col ritorno sui banchi. Le linee guida arrivate in questi giorni sono confuse – aggiunge Montani – e hanno già trovato le critiche e l’opposizione di moltissimi docenti e genitori. Siamo di fronte a un ministro che demanda le scelte ai dirigenti degli istituti, non assumendosi le responsabilità di indicare una strada precisa. Non c’è certezza su come e quando si riparte e mentre in Europa, come ha detto Matteo Salvini, i bambini sono in classe senza distanza, senza mascherine né plexiglas, da noi manca chiarezza. Il pianeta scuola ha bisogno di risorse e i nostri ragazzi e le nostre ragazze, che rappresentano il futuro del Paese, di certezze. Dopo i 100 giorni di emergenza, dopo la Fase 2, c’è un Paese che prova a rialzarsi a partire dalle scuole. La Lega – conclude Montani – farà la sua parte fino in fondo, partendo dalla richiesta di dimissione della Azzolina”.

Ricerca in corso...