Ivano Margaroli muore annegato, un dramma che ha scosso la Valle Vigezzo

druogno -

Perde l’equilibrio, cade nel torrente e muore annegato. Sarebbe questa, da una prima ricostruzione dei fatti, la dinamica del dramma che ha portato alla morte Ivano Margaroli, 47 anni, di Druogno. L’uomo aveva trascorso la serata presso la sede degli Alpini, a Cadone, quando - al momento di rincasare - è scivolato nel greto del vicino ruscello, compiendo un volo di alcuni metri. Il ritrovamento è avvenuto nel primo pomeriggio quando un passante ha scorto il corpo esamine dell’uomo che giaceva nel letto del torrente ed ha immediatamente allertato le forze dell’ordine. Sul posto sono giunti i Carabinieri e i vigili del fuoco di Santa Maria Maggiore. La guardia medica, dopo aver esaminato la salma, ha dato conferma che la morte è avvenuta per causa accidentale: Ivano Margaroli è scivolato nel torrentello colpendo le rocce del greto e morendo annegato. Un dramma che ha colpito tutti in paese. "Non ci sono parole quando succedono tragedie simili" commenta il sindaco di Druogno Marco Zanoletti. Margaroli era tornato recentemente ad abitare in valle, dopo aver vissuto per qualche anno a Prata di Vogogna e lavorava come autista per il Comune di Pieve Vergonte. Lascia due bimbi in tenera età, di 4 e 7 anni. Non sono state ancora fissate le date delle esequie che potrebbero però già avere luogo martedì.

 

Ricerca in corso...