La Macchina del tempo: 1993, si arriverà al Veglia in galleria

alpe veglia -

‘’Al Veglia si arriverà in galleria’’. Così scrivevano i giornali nel 1993. E la nostra Macchina del Tempo torna a quell’anno, per ricordare che l’accesso al pianoro di Veglia era già motivo di discussione. L'arrivo a Domodossola dell’allora assessore regionale all’ambiente, Enrico Nerviani, portò la discussione sul tema della sicurezza per l’accesso alla conca alpina. Nuovo presidente – appena eletto - dell’ente parco era Enrico Borghi, affiancato dal suo vice Marco Piretti. Un tema, il collegamento con Veglia, di estrema attualità. Tanto che si parlava di una galleria che da Ponte Campo salisse sino all’imbocco del parco. Un ‘’tunnel sagomato’’ il cui accesso era limitato ai mezzi autorizzati dal parco, i soli a poter trasportare merci e persone. ‘’In attesa del tunnel  – si legge sui giornali di allora  – la sicurezza delle attuali vie di accesso sarà garantita migliorando anche il sentiero che da Ciamporino  porta a Veglia’’.

 

 

Renato Balducci
Ricerca in corso...