La Macchina del Tempo: Il Sempione dimenticato

DOMODOSSOLA -

'La nuova linea del Sempione è già stata disegnata sulla carta, potrebbe diventare una realtà nel giro di pochi anni''. Parola di ministro. Era il febbraio 1990 quando l'allora ministro dei trasporti Carlo Bernini (Governo Andreotti) visitava lo scalo di Domo 2 realizzato sui territorio di Villadossola, Beura e Domodossola.

Bernini prometteva ''un forte potenziamento della linea del Sempione''. Si parlò di uno studio realizzato da un consorzio di imprese (Lodigiani, Girola, Impresit, Cogefar, Cooperativa Muratori di Ravenna) che  avevano previsto la variante alla linea del Sempione, una variante verso la valle Antigorio con due nuove gallerie tra Domodossola e Crodo. Una soluzione per eliminare la strozzatura dell'elicoidale di Varzo, da sempre l'ostacolo maggiore per lo sviluppo del Sempione.

Da allora quanti ministri sono passati allo Scalo ossolano. Almeno 3-4. L'ultimo è stato un anno fa (maggio 2016) Graziano Delrio. La realtà è che lo scalo di Domo 2 non è mai decollato e la direttrice della linea del Sempione è rimasta quella di fine Ottocento, inizio Novecento.

Intanto sono passati 27 anni da quella visita e nulla si è mosso. Quando si dice credere ai politici...

Ricerca in corso...