La Macchina del Tempo: muoiono in pochi mesi due artefici del salvataggio del tunnel del Sempione. Era il 1992

DOMODOSSOLA -

‘’Il venerdì’’, l’inserto di Repubblica, ha dedicato lo scorso 30 agosto  alcune pagine al grande giornalista Gianni Brera. L'ha fatto in occasione dei 100 anni dalla sua nascita, avvenuta l’8 settembre  1919. ‘’Un gigante del Novecento’’ scrive Angelo Carotenuto nell’articolo dedicato a Brera e intitolato ‘’La vita secondo Gioânn’’.
Perché parliamo di Brera nella nostra rubrica ‘’La Macchina del tempo’’? Semplicemente perché la vita Gianni Brera s’intrecciò con la storia dell’Ossola. Brera trovò la morte in un incidente stradale la notte tra il 18 e 19 dicembre 1992. Poche settimane dopo morì anche Pierre Bammatter, ex funzionario delle dogane svizzere, residente nel basso Vallese.  Entrambi erano legati nella lotta contro i tedeschi durante la II Guerra Mondiale.
Bammatter e Brera furono infatti, nell’autunno 1944, tra coloro che si adoperarono per salvare la galleria ferroviaria del Sempione, che le truppe tedesche in ritirata volevano far saltare in aria.
Bammatter, ufficiale nell’esercito svizzero,  ottenne informazioni dirette dai tedeschi che stavano appunto progettando la distruzione del tunnel del Sempione. I militari svizzeri avevano studiato come sventare l’azione dei tedeschi ma la pericolosa azione di salvataggio venne portata termine dai partigiani ossolani sulla base proprio di un ordine di operazione redatto da Gianni Brera, aiutante maggiore della brigata partigiana che operava in zona. Nel corso di una notte i partigiani distrussero le 60 tonnellate di esplosivo pronte al’imbocco della galleria. L’azione salvò il Sempione.
Gianni Brera faceva parte della Brigata Comoli, che operava in Ossola nel 1944, durate anche la Repubblica partigiana dell’Ossola: era l’aiutante di campo della 83° Brigata, che apparteneva alla 2a divisione Garibaldi ‘’Redi’’, comandata da Aldo Aniasi, che sarebbe poi diventato sindaco di Milano dal novembre 1967 al maggio 1976.
Una pagina di storia che va ricordata, alla vigilia del 75° anniversario della Repubblica dell'Ossola

Ricerca in corso...